ATTUALITA'

RINCARI AUTUNNO 2021 SPESA SEMPRE PIU CARA

L’aumento dei costi energetici e dei carburanti ha un pesantissimo effetto sulla spesa alimentare degli italiani in un Paese come l’Italia dove l’’85% delle merci viaggia su strada.

Uno dei principali aumenti immediati e sicuramente quello della pasta che può essere affrontato con una adeguata programmazione che consenta di aumentare la produzione di grano duro nazionale in una situazione in cui l’Italia importa circa il 40% del grano di cui ha bisogno.

L’Italia è il secondo produttore mondiale con un quantitativo di 3,85 milioni di tonnellate ma è anche il principale importatore perché molte industrie anziché garantirsi gli approvvigionamenti con prodotto nazionale hanno preferito acquistare sul mercato internazionale approfittando delle basse quotazioni dell’ultimo decennio.

L’emergenza Covid ha innescato un cortocircuito anche sul fronte dei costi di trasporto con il rincaro di noli marittimi e costi dei container che sono schizzati ai massimi livelli.

A pesare sulla spesa degli italiani c’è infine il rincaro dei costi degli imballaggi, dalla plastica all’acciaio, dal vetro fino al legno e alla carta che incidono su diverse filiere, dalle confezioni di latte, alle bottiglie per succhi e passate, alle retine per gli agrumi ai barattoli smaltati per i legumi.

Si è calcolato circa un aumento di 1500 euro all’anno per famiglia media in generale, ritornando sulla spesa  per fare un esempio, quando si acquista una passata al supermercato si paga più per la confezione che per il pomodoro contenuto.

Comments

comments

Articoli simili

OGGI FORSE INTESA SU GIOCO D’AZZARDO

Redazione

BOOM DELLA MOBILITÀ A DUE RUOTE

Redazione

ATTACCO TERRORISTICO IN FRANCIA CONTRO MILIOTARI

Massimo Dal Seno
error: Contenuto protetto da copyright. Vietata la copia. Per informazioni scrivere a redazione@milanoetnotv.it