POLITICA

UE: AL VIA QUATTRO GIORNI DI VOTO, OLANDA E REGNO UNITO

Aperti i seggi in Olanda e Regno Unito, i primi due paesi che votano per il rinnovo del parlamento europeo e che danno quindi il via alla tornata elettorale che vede coinvolti i 28 paesi membri dell’Ue e si concluderà domenica 26 maggio. Gli elettori europei sceglieranno i 751 europarlamentari in totale, un numero che si ridurrà a 705 con l’uscita di Londra dall’Ue

Olanda al voto, occhi puntati sul populista Baudet – Il voto per le europee in Olanda è un nuovo test per il governo del liberale Mark Rutte, già uscito traballante dalle elezioni per il Senato dello scorso 27 marzo. In quell’occasione si è infatti imposto sulla scena un nuovo sfidante, Thierry Baudet, controverso leader del partito populista di destra Forum voor Democratie (FvD), arrivato a sorpresa primo sottraendo voti allo xenofobo Wilders grazie al suo approccio più soft.

Londra al voto dilaniata dalla Brexit, May verso l’addio – Un primo ministro sotto sfratto alla vigilia del voto. Si consumano le ultime ore di Theresa May a Downing Street mentre una Gran Bretagna dilaniata dallo stallo parlamentare sulla Brexit apre la tornata delle elezioni Europee del 2019: appuntamento al quale, in tempi di sfide fra sovranisti e non, il Regno non avrebbe neppure dovuto partecipare a rigor di logica, a ben tre anni dal referendum che sulla carta nel giugno 2016 ne aveva suggellato l’addio all’Ue.

Comments

comments

Articoli simili

SPAGNA ACCOGLIERA’ I 600 MIGRANTI DELL’AQUARIUS A VALENCIA. SALVINI: ”ALZARE LA VOCE PAGA”

Redazione

MINISTRO DELL’INTERNO TEDESCO HORST SEEHOFER: DISPONIBILI PER I MIGRANTI

Redazione

REFERENDUM I SI VINCONO MA LA LOMBARDIA STENTA A VOTARE

Massimo Dal Seno
error: Contenuto protetto da copyright. Vietata la copia. Per informazioni scrivere a redazione@milanoetnotv.it