CRONACA

ASTI MUORE 13ENNE PER UN PETARDO

La notte di questo ultimo giorno dell’anno 2020 e stata tragica ad Asti e morto un ragazzino di 13 anni, morto in seguito alle lesioni all’addome causate dallo scoppio di una batteria di petardi.

In tutta Italia 79 persone sono rimaste ferite, di cui 23 ricoverate, per i botti di fine anno.

Nella città di Napoli e Provincia sono 8 i feriti, dato più basso da anni tra cui  una donna colpita al capo da un proiettile vagante e ora ricoverata all’ospedale Cardarelli.  

Dai dati riportati Il numero totale dei feriti è in leggera diminuzione rispetto all’anno precedente, lo scorso anno si sono registrati 9 ferimenti dovuti all’uso di armi da fuoco, mentre quest’anno ci sono stati 13 casi di cui 1 con prognosi maggiore di 40 giorni.

Il 13enne morto ad Asti è stato colpito al ventre nel campo nomadi di via Guerra, dove viveva, trasportato d’urgenza all’ospedale dalle forze dell’ordine, purtroppo non cera più nulla da fare.

Cinque i feriti nella notte di Capodanno a Milano. Tra questi, il più grave è un 54enne che ha perso due dita di una mano. Alcuni ragazzi hanno riportato ferite, sempre dovute ai botti, agli zigomi o vicino agli occhi, ma nessuno è grave.  Il ferimento è avvenuto a San Giuliano Milanese, dove il 54enne, per lo scoppio di un grosso petardo ha subito l’amputazione di due dita .

Sparatoria tar criminalità avvenuta i in via Gigante, nella cosiddetta ‘casbah’ di piazza Selinunte, due albanesi sono rimasti feriti per colpi d’arma da fuoco.

Comments

comments

Articoli simili

TAIWAN: TERREMOTO CROLLATO UN HOTEL A HUA-LIEN, 30 PERSONE INTRAPPOLATE ALLE MACERIE

Redazione

E’ MORTA MILVA CI LASCIA AD 81 ANNI

Massimo Dal Seno

TRENO FERMO 4 ORE, FREDDO, PAURA E TENSIONE TRA I PASSEGGERI

Redazione
error: Contenuto protetto da copyright. Vietata la copia. Per informazioni scrivere a redazione@milanoetnotv.it