EVENTI SPORT

Volleyball Nations League: la Russia supera la nazionale italiana 3-0

Suwon (Corea del Sud). Il secondo round della Volleyball Nations League si è aperto con una sconfitta per la nazionale italiana femminile, superata 0-3 (24-26, 12-25, 23-25) dalla Russia. Le azzurre non ce l’hanno fatta a centrare il primo successo nel torneo, dovendo restare ferme a quota 1 punto in classifica.
Nel primo set le ragazze di Mazzanti si sono espresse sullo stesso livello delle avversarie, cedendo solo ai vantaggi. Tutta a favore della Russia la seconda frazione, contraddistinta da alcuni lunghi passaggi a vuoto della nazionale italiana. Nel terzo parziale Ortolani e compagne sono tornate in partita, ma alla fine l’hanno spuntata le russe.
Miglior marcatrice dell’Italia è stata Serena Ortolani con 14 punti, mentre per le avversarie Irina Voronkova (13 p.). Equilibrato il confronto a muro (9 quelli azzurri contro 10) e a livello di errori totali (17 a 14), mentre la a fare la differenza è stata la maggiore efficienza dell’attacco russo (44%), rispetto al 30% di quello italiano
Domani nella seconda giornata della pool di Suwon le azzurre torneranno in campo per affrontare la Germania (ore 9 italiane): match trasmesso in diretta da Raisport + Hd.
Oggi come formazione iniziale il ct azzurro ha schierato Malinov in palleggio, opposto Ortolani, schiacciatrici Guerra e Pietrini, centrali Lubian e Olivotto, libero Parrocchiale.
In avvio di gara l’Italia ha sofferto la battuta della Russia, ma Lubian ha riportato velocemente in parità le compagne. Dopo poche azioni Cambi ha preso il posto di Malinov e la neo entrata ha accesso Serena Ortolani che è andata a segno a ripetizione, permettendo all’Italia di rimanere a ridosso delle avversarie (17-17). Dopo un lungo inseguimento le azzurre, con in campo Bosetti e Sylla, sono riuscite a mettere la testa avanti (19-18), ma il vantaggio è durato molto poco. Le russe, infatti, hanno ripreso il comando e al secondo tentativo si sono imposte (24-26).
Nella seconda frazione è stata ancora la Russia ad allungare, sul (7-8) l’Italia ha accusato un lunghissimo parziale, facendo tanta fatica a sviluppare il proprio gioco. Il tecnico azzurro ha prima inserito Malinov per Cambi e Fahr al posto di Olivotto, ma la nazionale tricolore è scivolata sempre più indietro sino al definitivo (12-25).
Nel terzo set l’Italia si è schierata con in banda Bosetti e Sylla, partendo bene (7-3). La Russia, però, ha replicato immediatamente e grazie al turno in servizio di Parubets ha trovato la parità (8-8).
Molto combattute le fasi centrali del parziale, durante le quali le due squadre infatti hanno dato vita ad un lungo botta e risposta. Con grande determinazione Ortolani e compagne sono riuscite a guadagnare un piccolo vantaggio (18-15), ma la avversarie sono rientrate ancora una volta (21-21). Come nella prima frazione il finale è stato fatale alle azzurre, costrette a cedere (23-25).
DAVIDE MAZZANTI: “Abbiamo disputato un primo set discreto e averlo perso al fotofinish ci ha tolto un po’ di sicurezza. Nei parziali successivi siamo stati sempre a rincorrere, senza avere mai il pallino del gioco. Non siamo andati bene in attacco, facendo tanta fatica a trovare le giuste intese. Per le prossime partite dobbiamo essere bravi sia a ritrovare la fiducia che i nostri meccanismi di gioco. Il pensiero principale in questo momento non deve andare tanto alle avversarie, ma bisogna concentrarci su noi stessi. La Germania è una squadra che batte molto bene e quindi in caso di difficoltà in ricezione dovremo fare un lavoro migliore in attacco in quelle situazioni, cosa che oggi c’è riuscita.”
CARLOTTA CAMBI: “Non siamo entrate bene in partita, battendo relativamente semplice e questo ha permesso alle russe di sviluppare il proprio gioco molto meglio rispetto a noi. A livello d’intensa ci manca ancora qualcosa, sono convinta che abbiamo grandi margini di miglioramento e dovremo essere brave a dimostrarlo nelle prossime partite. In allenamento ci riescono cose che, invece, in gara ancora non funzionano. Domani si torna subito in campo con la Germania e faremo di tutto per riscattarci”.

Tabellino: Italia-Russia 0-3 (24-26, 12-25, 23-25)

ITALIA: Malinov 2, Lubian 6, Guerra 3, Ortolani 14, Olivotto 4, Pietrini 5. Libero: Parrocchiale. Cambi 1, L. Bosetti 5, Fahr, Sylla 5. N.e: Mingardi, Spirito e Berti. All. Mazzanti
Russia: Efimova 7, Romanova 2, Fetisova 12, Voronkova 13, Malykh 12, Parubets 11. Libero: Talysheva. Malygina 1, Kotikova. N.e: Lazarenko, Kutiukova, Novik, Gorbacheva, Biryukova. All. Pankov
Arbitri: Jiang (Cin) e Fai (Hkg).
Durata Set: 30’, 23’, 32’.
Italia: 4 a, 8 bs, 9 m, 17 et.
Russia: 6 a, 6 bs, 10 m, 14 et.

Risultati e Calendario – Pool 6 Suwon, Corea del Sud
Italia, Corea del Sud, Germania, Russia.
22/5 Italia – Russia 0-3 (24-26, 12-25, 23-25); Corea del Sud – Germania (ore 11)
23/5 Italia – Germania (ore 9); Corea del Sud – Russia (ore 12)
24/5 Germania – Russia (9); Corea del Sud – Italia (ore 12)

La programmazione di RaiSport della pool di Suwon

Le gare delle azzurre nella Volleyball Nations League saranno trasmesse da RaiSport + Hd, di seguito il palinsesto della prossima tappa.
Italia – Germania 23/5 (diretta alle ore 9); Korea – Italia 25/5 (Differita alle ore 00:50).

Il roster della Germania

  1. Lenka Dürr, 3. Denise Hanke, 4. Maren Fromm, 5. Jana Franziska Poll, 6. Jennifer Geerties, 8. Kimberly Drewniok, 10. Lena Stigrot, 11. Louisa Lippmann, 14. Marie Schölzel, 15. Barbara Roxana Wezorke, 17. Anna Pogany, 21. Ivana Vanjak, 22. Lisa Gründing, 24. Denise Imoudu.

All. Felix Koslowski

I precedenti con la Germania

67 sfide totali, 45 vittorie delle azzurre e 22 sconfitte.

Comments

comments

Articoli simili

TERREMOTO ISCHIA LA GENTE SCAPPA DALL’ISOLA

Massimo Dal Seno

Dall’1 al 4 agosto Lonato in Festival omaggia il Circo contemporaneo

Redazione

SABATO GIORNATA DELLA RACCOLTA DEL FARMACO

Redazione