SPORT

LE SUPERSTAR MONDIALI GANNA E POGAČAR BRILLANO NEGLI EMIRATI ARABI UNITI

Il campione del mondo vince l’ITT della tappa 2 mentre il vincitore del Tour de France Pogačar si porta al comando della classifica generale. I momenti salienti dei video sul palco di oggi sono disponibili per il download di seguito (solo media digitali / NO trasmissione)

Filippo Ganna (Ineos Grenadiers) ha ottenuto la sua ottava vittoria consecutiva nella cronometro rimanendo imbattuto nella sua specialità per un anno intero vincendo la Fase 2 – Abu Dhabi Sports Council Stage – dell’UAE Tour davanti a Stefan Bissegger (EF Education-Nippo) e Mikkel Bjerg (UAE Team Emirates) sull’isola di Al Hudayriyat. Quarto di giornata, Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) è passato al comando della classifica generale con un vantaggio di 5 ” su João Almeida (Deceuninck-Quick Step) prima dell’arrivo in vetta di domani su Jebel Hafeet.

RISULTATO TAPPA
1 – Filippo Ganna (Ineos Grenadiers), 13km in 13’56 ”, velocità media 55,981km / h
2 – Stefan Bissegger (EF Education – Nippo) a 14 ″
3 – Mikkel Bjerg (UAE Team Emirates) a 21 ″

MAGLIE
The Red Jersey , sponsorizzata da ADNOC (Classifica generale individuale a tempo) – Tadej Pogačar (UAE Team Emirates)
The Green Jersey , sponsorizzata da Etisalat (Classifica generale individuale a punti) – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step)
The White Jersey , sponsorizzato da Nakheel (Best Young Rider nato dopo il 1 gennaio 1996) – Tadej Pogačar (UAE Team Emirates), che sarà indossato da Neilson Powless (EF Education – Nippo)
The Black Jersey , sponsorizzato da Abu Dhabi Aviation (Intermediate Sprint Jersey Classification) – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step), che verrà indossato da Mattia Cattaneo (Deceuninck – Quick-Step)

La maglia rossa Tadej Pogačar con HE Aref Hamad Al Awani, segretario generale del Consiglio sportivo di Abu Dhabi e Anas Al Quabaisi, vicepresidente senior del capitale umano e amministrazione ADNOC

CLASSIFICA GENERALE
1 – Tadej Pogačar (UAE Team Emirates)
2 – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step) a 5 ″
3 – Mattia Cattaneo (Deceuninck – Quick-Step) a 18 ″

CONFERENZA STAMPA
Il vincitore di tappa  Filippo Ganna ha dichiarato in conferenza stampa: “Sono davvero contento di questo risultato, ottenuto con questa fantastica Maglia Arcobaleno. Ogni ITT è una gara diversa, non è mai facile. Alcune persone pensano che poiché sono il campione del mondo, gli ITT sono facili per me, ma non è così, ogni nuova gara è un nuovo test. Oggi ho fatto una buona prestazione, la prossima volta che ne farò una sarà alla Tirreno-Adriatico. Ieri ci siamo dovuti fermare per “bisogni fisiologici” e poi sono partiti i gradini. Per fortuna avevamo Adam [Yates] davanti, speriamo che possa rivendicare la maglia rossa che ha vinto l’anno scorso. Il vento giocherà ancora un ruolo importante in questa regata, molte cose possono ancora cambiare. Il mio obiettivo ora è aiutare Adam [Yates], soprattutto prima che inizino le scalate. “

La maglia rossa Tadej Pogačar ha dichiarato: “Prima della cronometro sapevo che la mia forma è buona in questo momento e alla fine ho fatto una cronometro davvero buona e sono super contento del risultato. Avere la maglia di leader è molto positivo per noi. Possiamo entrare nelle prossime fasi con fiducia. Oggi era tutto piatto, ma in realtà mi piace molto. Mi alleno in pianura tanto quanto in montagna. A volte preferisco la montagna ma a volte mi diverto anche in pianura, soprattutto nelle cronometro, che è una disciplina molto bella. Mi piace molto correre con la moto da TT.
Oggi, mi sono concentrato di più su me stesso e facendo il miglior tempo possibile che concentrarmi sulle capacità di Joao Almeida. Per me importava prima dell’inizio quanto sarebbe stato bravo. Sapevo che sarebbe stato bravo. Quanto a me, in realtà non mi aspettavo nulla. Stavo solo guidando per me stesso. Penso di aver appena fatto il mio miglior TT – per questo breve periodo. È stata davvero una buona prestazione dal mio punto di vista.
Cinque secondi di vantaggio su Almeida non sono molti ma sono un vantaggio. Sono in posizione di difesa e lui ha bisogno di attaccare. È più facile controllare che dover recuperare tempo. Ma mancano ancora cinque fasi e molte cose possono accadere. Domani è il traguardo più difficile in cima alla montagna. Spero nelle migliori gambe che posso avere.
È un po ‘un vantaggio conoscere bene Jebel Hafeet dall’anno scorso e dai nostri campi di addestramento qui ma su per la collina, è una questione di potenza più che di conoscenza di ogni metro della salita. In alto, vince il miglior pilota. Voglio solo essere il primo in cima.
Conosco abbastanza bene questo paese. Ricevo sempre un caloroso benvenuto negli Emirati Arabi Uniti. È così bello tornare qui. Ogni volta che mi sento più a mio agio. Di sicuro, tornerò spesso qui “.

La maglia verde  João Almeida ha dichiarato: “Penso di aver fatto un buon sforzo oggi. Posso essere felice di questo. È stato breve ma davvero difficile. Non sapevo cosa aspettarmi. Alla fine, si tratta anche del divario di tempo ed è un divario piuttosto piccolo tra me e Tadej Pogacar. Siamo ancora molto vicini gli uni agli altri. Penso di essere in un’ottima posizione prima della tappa regina, anche se non ho mai scalato Jebel Hafeet prima. In realtà non conosco queste strade. È un po ‘uno svantaggio, ma non credo che farà una grande differenza. Non sarà facile di sicuro. Abbiamo una lunga giornata in sella prima di raggiungere anche la salita. Speriamo per il meglio”.

La maglia verde João Almeida con Sultan Al Dhaheri, GM Etisalat Abu Dhabi e il colonnello Hamed Abdulla Al Neyadi, polizia di Abu Dhabi

LA FASE DI DOMANI

Stage 3 Strata Manufacturing – Jebel Hafeet (166 km), Strata
Stage 3 è una classica tappa di montagna dell’UAE Tour. Partendo nei pressi dell’aeroporto internazionale di Al Ain, il gruppo seguirà un percorso ben guidato intorno ad Al Ain che comprende le attrazioni (zoo di Al Ain, Al Qattara, Al Hili e l’oasi di Al Ain) prima di arrivare al parco Green Mubazzarah dove inizia la salita finale del Jebel Hafeet. La salita di 10 km sarà la prima grande prova di classifica generale per i corridori. Due sprint intermedi: ad Al Qattara (km 28,6) e Green Mubazzarah (km 152,5) I chilometri finali


Un’ultima salita che si snoda su un’ampia strada a 3 corsie. La pendenza è in gran parte dell’8-9%, toccando l’11% a circa 3 km dal traguardo. Una brevissima discesa attende i corridori nel chilometro finale prima di un’ultima rampa fino al traguardo. Un traguardo dritto, su asfalto.

COPERTURA TV
Il palinsesto televisivo internazionale Stage 3 del Tour degli Emirati Arabi Uniti è disponibile qui .

APP UAE TOUR
Scarica ora l’app ufficiale UAE Tour e rimani aggiornato sulla gara, sui tempi dei ciclisti e su tutto ciò che accade durante la tappa:
IOS: https://itunes.apple.com/ae/app/uae-tour/id1451821362? mt = 8
Android: https://play.google.com/store/apps/details?id=it.rcs.uaetour

Comments

comments

Articoli simili

Serie A2 Femminile: Il Club Italia CRAI espugna Chieri al tie break

Redazione

HONDA E FIPAV ANCORA INSIEME NELLA STAGIONE 2017

Redazione

Beach Volley: Windisch-Di Silvestre volano in finale nel Mondiale under 21

Massimo Dal Seno
error: Contenuto protetto da copyright. Vietata la copia. Per informazioni scrivere a redazione@milanoetnotv.it