ATTUALITA' POLITICA

L’AMERICA SI RIAVVIA, BIDEN AL COMANDO

C’è stato un cambiamento emotivo di governo a Washington il 20 gennaio, che ha segnato l’inizio ufficiale del mandato di Joe Biden; che, insieme al suo vice presidente Kamala Harris, avrà la responsabilità di guidare una nazione devastata da una pandemia e da un alto numero di disoccupati, nel mezzo di importanti sfide da risolvere, ha prestato giuramento come 46esimo presidente degli Stati Uniti di America.

Nel Campidoglio sede del Congresso statunitense non ci sono stati conflitti come si temeva durante l’atto solenne, il Paese era già in stato di allerta per gli incidente trascorsi lo scorso 6 gennaio, la capitale del Paese e tutto il territorio nordamericano aveva organizzato un forte cordone di sicurezza che aveva permesso lo sviluppo della ceremonia con totale tranquillità, sono stati presenti gli ex presidenti insieme alle loro moglie, tra loro; George Bush, Bill Clinton, Barack Obama e l’ex vicepresidente Mike Pence, tra gli ospiti i membri della Corte Suprema e gli alti componenti delle forze armate, e dei riconosciuti cantanti, tra cui Lady Gaga che cantato l’inno nazionale.

Il discorso di Joe Biden ha ricordato l’unione del Paese, che è fortemente diviso dalle sue preferenze politiche, i conflitti razziali, al tempo stesso ha evidenziato il coordinamento e la speranza di uscire dalla forte crisi economica causata dalla pandemia che ha colpito duramente la prima potenza mondiale.

Biden, con la sua lunga carriera in politica, ha saputo dimostrare attraverso il messaggio del suo intervento l’appello a sanare le ferite, chiedendo che la fiducia del popolo americano prosegua insieme con un obiettivo in cui prosegue la ricostruzione di tutti gli aspetti sociali, per continuare ad essere un esempio globale di democrazia

Con così tanti problemi da risolvere, l’era Biden è iniziata; qualcosa di altrettanto previsto per altre nazioni e continenti tra cui l’Unione Europea e molti alleati e partner commerciali, che sperano da questa nuova legislatura di poter recuperare molti accordi bilaterali raffreddati nell’era Trump, paesi che attendono un nuovo tavolo negoziale per futuri accordi multilaterali.

Comments

comments

Articoli simili

La mostra “Viaggio nel tempo con M4” al Museo Archeologico

Redazione

CUSTOMER EXPERIENCE 2020 EDIZIONE SPECIALE TREVISO

Redazione

APRE MICROSOFT HOUSE: IL NUOVO INDIRIZZO PER L’INNOVAZIONE NEL CENTRO DI MILANO

Redazione
error: Contenuto protetto da copyright. Vietata la copia. Per informazioni scrivere a redazione@milanoetnotv.it