CRONACA

MILANO, IMPRENDITORI IN PIAZZA DUOMO CONTRO IL LOCKDOWN

Milano, imprenditori in piazza contro il lockdown | “Se continuano a darci le briciole ci sarà una rivolta sociale”

A Milano i gestori dei locali e i negozianti si sono riuniti davanti al Duomo per protestare contro la chiusura delle attività e il Dpcm Ristori. “Finora abbiamo ricevuto solo briciole, il Dpcm Ristori è solo una facciata”. A dirlo sono gli imprenditori di Milano, che giovedì 12 novembre sono scesi nuovamente in piazza per protestare, nonostante il lockdown, contro le misure prese finora dal Governo per salvare negozianti e ristoratori dalla crisi seguita alla pandemia di Coronavirus.

Le accuse sono rivolte tutte allo Stato. “Prendete le mascherine, gli igienizzanti, ci fanno spendere i soldi e poi ci richiudono per colpa loro, perché sono incapaci” urla uno degli imprenditori scesi in piazza.

Un altro manifestante invece trova la forza per spiegare le motivazioni alla base di tanto scontento: “Da marzo a oggi i soldi che ci sono stati dati sono praticamente finiti in imposte IVA e tasse. Per questo rispetto al primo lockdown c’è molta più rabbia.

Ci sono persone che hanno i dipendenti a casa a morire di fame perché ancora non sono state erogate le casse integrazione, altri che hanno lavoratrici in maternità che non possono godere dei benefici di legge perché di soldi non ce ne sono. Come possiamo andare avanti così? Il Governo fa grandi annunci, ma alla fine paghiamo noi. Stanno alimentando la rivolta sociale“, un’altro imprenditore spiega: “Adesso i dipendenti stanno prendendo la cassa integrazione ma quando finirà scenderanno anche loro in piazza”.

Comments

comments

Articoli simili

MILANO RAGAZZA NIGERIANA ASSALITA E FERITA ALLA GOLA

Massimo Dal Seno

MUORE A 17 ANNI PER RIPRENDERE L’AMICO COL CELLULARE

Massimo Dal Seno

IN PRIGIONE PER 17 ANNI PER COLPA DI UN SOSIA

Massimo Dal Seno
error: Contenuto protetto da copyright. Vietata la copia. Per informazioni scrivere a redazione@milanoetnotv.it