SPORT

EUROPEO U18 MASCHILE L’ITALIA È MEDAGLIA D’ORO DOPO 23 ANNI

A Lecce si è chiuso in trionfo il Campionato Europeo under 18 maschile della nazionale italiana, vincitrice della medaglia d’Oro nella finale contro la Repubblica Ceca 3-0 (25-23, 25-16, 25-18). Dopo 23 anni Vincenzo Fanizza ha così riportato sul gradino più alto del podio continentale la nazionale azzurra pre-juniores: l’unico precedente risaliva al 1997, vittoria a Puchov degli azzurrini guidati da Fausto Polidori.  
L’Oro di questa sera è il terzo consecutivo per Fanizza e il suo staff, dopo i trionfi dello scorso anno nell’Eyof e nel Mondiale Under 19.        
Con la vittoria di questa sera salgono a 8 le medaglie complessive dell’Italia agli Europei pre-juniores: 1995 Argento (Barcellona); 1997 Oro (Puchov); 2003 Bronzo (Zagabria); 2005 Bronzo (Riga); 2015 Argento (Sakarya); 2017 Argento (Gyor); 2018 Bronzo (Zlin); 2020 Oro (Lecce). 
Sul gradino più basso del podio è salita la Polonia, vincitrice nella finalina contro la Bulgaria 1-3 (21-25, 27-29, 25-23, 23-25). 
Nella finale l’Italia si è schierata in campo con Boninfante in palleggio, opposto Quagliozzi, schiacciatori Porro e Zoratti, centrali Balestra e Rossi, libero Laurenzano.         
L’Italia ha iniziato bene il match, portandosi avanti (9-6) grazie anche a un ispirato Quagliozzi. I cechi sono comunque sempre rimasti a contatto e hanno trovato la parità (14-14). Le fasi successive hanno visto un sostanziale equilibrio (19-19), spezzato dagli azzurrini che hanno chiuso il set grazie a un attacco di Porro (25-23).      
La vittoria del parziale ha caricato ulteriormente i ragazzi di Fanizza, al rientro in campo l’Italia ha preso immediatamente il comando e la Repubblica Ceca ha accusato il colpo (15-11). Gli ospiti hanno commesso diversi errori, mentre le battute di Quaugliozzi e Porro (8 punti nel set) hanno contribuito ad ampliare sempre di più il vantaggio azzurro (25-16).    
Nel terzo parziale la musica non è cambiata, sul (10-10) gli azzurrini di Fanizza hanno cambiato marcia e la Repubblica Ceca ha ceduto di schianto (20-14). Il monologo azzurro è proseguito sino alla fine e l’Italia ha così conquistato una medaglia d’Oro che mancava ormai da 23 anni (25-18).

Chi si è perso l’evento avrà comunque l’opportunità di rivedere tutte le partite dell’Europeo sul canale Youtube della Federazione Italiana Pallavolo (QUI).              


TABELLINO: ITALIA – REPUBBLICA CECA 3-0 (25-23, 25-16, 25-18)           

ITALIA: Zoratti 3, Balestra 9, Boninfante 3, Porro 13, Rossi 3, Quagliozzi 13. Libero: Laurenzano. Staforini. N.e: Bonacchi, Truocchio, Orioli e Volpe. All. Fanizza            
REP. CECA: Fabikovic 5, Bukacek 7, Kollator 9, Jirasek 5, Klajmon 5, Bryknar. Libero: Struska. Roman, Pelikan 1, Ures 3, N.e: Stieber e Toth.         All. Svoboda   
Arbitri: Khuc (Bel) e Portela (Por)      
Durata set: 24’, 21’, 22’.         
Italia: 4 a, 11 bs, 5 m, 22 et.  
Rep. Ceca: 4 a, 17 bs, 5 m, 31 et.     

RISULTATI E CALENDARIO    

Finali 7°- 8° posto e 5°- 6° posto – 13 settembre (Marsicovetere) 

Bielorussia – Turchia 1-3 (18-25, 22-25, 25-22, 17-25), Germania – Belgio. 

Finali 3°- 4° posto e 1°- 2° posto – 13 settembre (Lecce) 

Bulgaria – Polonia 1-3 (21-25, 27-29, 25-23, 23-25) e Italia – Rep. Ceca 3-0 (25-23, 25-16, 25-18) 

Il medagliere azzurro agli Europei – 1995 Argento (Barcellona); 1997 Oro (Puchov); 2003 Bronzo (Zagabria); 2005 Bronzo (Riga); 2015 Argento (Sakarya); 2017 Argento (Gyor); 2018 Bronzo (Zlin); 2020 Oro (Lecce).

Albo d’Oro Europei pre-juniores – 1995 (Barcellona) Russia, 1997 (Puchov) Italia, 1999 (Gdansk) Russia, 2001 (Liberec) Russia, 2003 (Zagabria) Russia, 2005 (Riga) Polonia, 2007 (Vienna) Francia, 2009 (Rotterdam) Francia, 2011 (Ankara) Serbia, 2013 (Laktasi-Belgrado) Russia, 2015 (Sakarya) Polonia, 2017 (Gyor-Puchov) Repubblica Ceca, 2018 (Zlin) Germania, 2020 (Lecce) Italia. 

MONDIALE UNDER 19       

Le prime sei classificate dell’Europeo si sono assicurate la partecipazione al Campionato del Mondo under 19 del prossimo anno. Le squadre qualificate sono Italia, Polonia, Bulgaria, Repubblica Ceca, Belgio e Germania.

Comments

comments

Articoli simili

THE STRUTS MILANO – FABRIQUE ‘IN LOVE WITH A CAMERA’

Massimo Dal Seno

Torneo di Qualificazione Olimpica: le voci degli azzurri da Bari

Massimo Dal Seno

Le azzurre dal 1 maggio al lavoro a Cavalese

Massimo Dal Seno
error: Contenuto protetto da copyright. Vietata la copia. Per informazioni scrivere a redazione@milanoetnotv.it