EVENTI

FASE 2 DAL 4 MAGGIO COSA SI PUO E NON SI PUO FARE

Siamo ormai arrivati alla Fase 2,la domanda che ci poniamo tutti e cosa posso fare dal 4 maggio ? e qui sorgono molti dubbi, questo potro’ farlo oppure no.

Dopo aver ascoltato con molta attenzione il nuovo DPCM, quello del 26 aprile, il lockdown diventerà meno stringente, ma resteranno in vigore distanze di sicurezza, mascherine e moduli di autocertificazione.

La domanda più ricorrente, devo avere ancora l’autocertificazione oppure finalmente non ne ho più bisogno?

Sì, l’autocertificazione resta lo strumento con il quale giustificare gli spostamenti anche nella Fase 2. Sarà​ disponibile un nuovo modello di autodichiarazione per gli spostamenti sono state aggiunte due nuove motivazioni  la visita ai congiunti e il ritorno al proprio domicilio o residenza.

Parliamo ora di mascherine anche il più discusso DPI di questi tempi di Coronavirus, ci sarà l’obbligo di mascherine “nei luoghi confinati aperti al pubblico inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza pari ad almeno un metro.

Non sono soggetti all’obbligo di mascherine i nostri bimbi piccoli devo avere meno di 6 anni o le persone che hanno delle patologie che non permettano di indossarle.

Parenti finalmente si potrà andare a trovarli la famosa parola “Congiunti “ che tanto ha fatto contente le persone compresi fidanzati e fidanzate persone che hanno un attinenza con noi affettiva  Sì, sarà possibile, ma sempre nel rispetto delle distanze di sicurezza, utilizzando la mascherina ed evitando assembramenti e solo nella nostra regione in questo caso Lombardia.

Altra novità importante e per chi ha la fortuna di possedere una seconda casa ma che purtroppo al momento non potrà ancora utilizzare

E stato  precisato dalla  ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, facendo chiarezza in merito al Dpcm annunciato da Giuseppe Conte che aveva lasciato alcuni dubbi in proposito, ma su questo potrebbe esserci qualche ripensamento o modifica siamo tutti fiduciosi,

nessun spostamento dalla regione in cui attualmente ci si trova ad un’altra, sono possibili solo per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute, solo nell’unico caso in cui si ha la residenza dal luogo dove si ad esempio  se mi trovo a Torino ma ho la residenza a Palermo, potrò tornare a casa.

Si potrà tornare anche dall’estero saremo obbligati

a comunicare i motivi del viaggio, l’indirizzo completo dell’abitazione o della dimora in Italia dove sarà svolto il periodo di quarantena, il mezzo di trasporto privato che verrà utilizzato per raggiungere la stessa e il proprio recapito telefonico.

Largo agli sportivi dal 4 maggio sì, si potrà tornare a fare allenamento e prendere un po’ d’aria, ma si dovrà mantenere una distanza di sicurezza di due metri gli uni dagli altri, tranne che per i conviventi, liberi finalmente di fare anche una passeggiata, come sempre obbligatorio mantenere una distanza di sicurezza di un metro dagli altri, tranne che per i conviventi, si potrà fare attività sportiva e camminate finalmente ai nostri fantastici parchi riapriranno oltre a parchi, ville e aree verdi, Si dovrà tuttavia continuare a rispettare le distanze di sicurezza e saranno applicate misure di contingentamento per evitare assembramenti.

Parliamo ora di spazi location dedicate alle attività sportive concentrate come palestre ,al momento saranno ancora sospese tutte le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali centri culturali, centri sociali, centri ricreativi, al momento dobbiamo ancora pazientare.

Estetica pronti via .. no, niente parrucchiere e niente estetista non ancora, I parrucchieri, i barbieri e le estetiste, con rigidi protocolli, potranno riaprire il 1° giugno, nemmeno negozi sono al via i negozi potranno riaprire dal 18 maggio rispettando le misure di distanziamento. Non è stata ipotizzata nessuna data di riapertura per i centri commerciali. Rimarranno chiusi anche i mercati rionali ad eccezione di quelli dove si vendono generi alimentari, continua la chiusura anche per cinema, teatri, mostre, ristoranti, solo alcuni di questi dal 4 maggio potranno organizzare per vendere cibo da asporto, a patto che non venga consumato dentro al ristorante. I ristoranti, con le opportune misure di distanziamento, dovrebbero poter riaprire il 1° giugno.

Altro tema molto discusso e triste sono i funerali, sì, ma con delle limitazioni.

Saranno consentite le cerimonie funebri con l’esclusiva partecipazione di parenti di primo e secondo grado e, comunque, fino a un massimo di quindici persone, permessi anche i matrimoni ma in forma restrittiva

ci dovranno essere solo testimoni e parenti stretti e nessuna festa, come nessuna riapertura delle chiese, “La partecipazione dei fedeli alle funzioni religiose comporta allo stato attuale alcune criticità ineliminabili che includono lo spostamento di un numero rilevante di persone e i contatti ravvicinati durante l’eucarestia.

Questo e quanto al momento si e deciso per la partenza della fase 2 dal 4 maggio, ci sono ancora alcune perplessità e non escludiamo che entro il 4 maggio ci possano essere modifiche a quanto scritto fino ad ora.  

Comments

comments

Articoli simili

Tra virtuale e reale, tra androidi e carne e ossa, l’inarrestabile festival crossmediale più importante d’Europa si interroga su cosa ci fa “essere umani”. L’autrice del poster è Barbara Baldi, Gran Guinigi come Miglior Disegnatrice 2018 un bacio tra metallo e carne, nel teatro che da sempre ospita gli abbracci di Lucca Comics & Games

Massimo Dal Seno

Jean Auguste Dominique Ingres e la vita artistica al tempo di Napoleone

Massimo Dal Seno

A Milano, Palazzo Marino, la nuova mostra di Natale “Filippino Lippi L’ ANNUNCIAZIONE”, dal 29 NOVEMBRE 2019

Massimo Dal Seno
error: Contenuto protetto da copyright. Vietata la copia. Per informazioni scrivere a redazione@milanoetnotv.it