CRONACA

EMERGENZA MIGRANTI: MEDITERRANEO 1.300 MORTI NEL 2019

Vittime in calo del 44% ma resta altissimo il rischio (Oim)

Il numero di morti, quasi 1.300, per varie ragioni si è quasi dimezzato rispetto al 2018, ma resta molto alto il rischio che queste persone disperate che corrono inseguendo un futuro migliore.

Il Mediterraneo, anche nel 2019, si è confermato un enorme cimitero per i migranti annegati mentre cercavano di raggiungere l’Europa.

Gli arrivi, nel complesso in calo del 5%, si sono dimezzati in Italia e raddoppiati in Grecia. Questo è il quadro che emerge da un comunicato dell’Oim, l’Organizzazione internazionale per le migrazioni, che traccia un bilancio per l’anno appena finito del flusso di migranti e rifugiati verso l’Europa attraverso le tre rotte mediterranee.

Gli arrivi nel continente sono stati 110.669, con un calo del 5% rispetto all’anno precedente

Le morti sono ammontate a 1.283 con una diminuzione del 44% sul 2018 che comunque porta il numero dei decessi a quasi 20 mila (19.164) dal 2014.

Sulla rotta più pericolosa, quella tra Libia e Italia, sarebbe morto un migrante su 33 rispetto al rapporto di uno a 51 del 2017 e di uno a 35 nel 2018, calcolano i ricercatori Oim.

Comments

comments

Articoli simili

MILANO INCENDIO GRATTACIELO DI VIA ANTONINI LA CAUSA UN CORTO CIRCUITO

Massimo Dal Seno

ROMA RICOVERATO IN OSPEDALE BIMBO DI 13 MESI PER COCAINA

Massimo Dal Seno

INFLUENZA: SEMPRE PIU’ CASI, 638MILA NELL’ULTIMA SETTIMANA

Redazione
error: Contenuto protetto da copyright. Vietata la copia. Per informazioni scrivere a redazione@milanoetnotv.it