SPORT

Serie A2 Femminile Cutrofiano ferma la corsa del Club Italia CRAI

L’intenso match con Cuore di Mamma Cutrofiano non premia il Club Italia CRAI che, tra le mura del Palazzetto del Centro Federale Pavesi, cede 1-3 (23-25, 19-25, 25-18, 15-18) nell’anticipo della terza giornata di ritorno del Campionato di A2.Per l’avvio di gara coach Massimo Bellano si affida alla diagonale Pelloia-Frosini, alle centrali Graziani e Nwakalor, alle schiacciatrici Populini e Gardini e al libero Panetoni. Dall’altra parte della rete coach Antonio Carratù schiera Valli, Antignano, Kajalina, Provaroni, Cogliandro, Avenia e il libero Barbagallo.Presente alla partita il presidente Fipav Pietro Bruno Cattaneo. Sulle tribune del Centro Federale Pavesi per sostenere le azzurrine anche la Nazionale maschile di Sitting Volley e i ragazzi della Fondazione Aquilone Onlus.CRONACA – E’ il Club Italia CRAI a rompere l’equilibrio che caratterizza l’avvio della partita (8-8) toccando il +4 (14-10) e inducendo coach Carratù al time out. Lo stop al gioco permette a Cutrofiano di rimettersi in marcia (15-13), ma sono le giovani allenate da Massimo Bellano a mantenersi avanti nel punteggio (19-16). Un break caratterizzato da scambi lunghissimi permette alle ospiti di pareggiare i conti (19-19) e il tecnico federale decide che è il momento di fermare il gioco. Si procede punto a punto e, dopo una serie di errori in battuta dall’una e dall’altra parte, il finale del set si fa incandescente: sul 23-23 arriva il time out di Carratù. Torna l’ordine nel gioco di Cutrofiano che chiude il set a proprio favore (13-25).La formazione pugliese approccia con determinazione la seconda frazione, si porta subito in vantaggio (4-7) e allunga il passo (7-13). Coach Bellano sceglie di sostituire la diagonale Pelloia-Frosini con quella Monza-Ituma. Nwaklor e Populini rimettono in marcia le azzurrine (12-16), ma Cutrofiano alza il ritmo e allunga ancora (13-20). Un break firmato da Gardini, Populini e dal muro azzurrino non basta a ricucire lo strappo (16-20). Nel finale il Club Italia CRAI annulla tre set point alle ospiti che però riescono a fare propria anche la seconda frazione (19-25).Partenza lanciata di Cutrofiano anche nel terzo set (2-7) e coach Bellano chiama time out. Le azzurrine si rimettono in marcia (5-8), trovano il ritmo giusto (14-14) e con grinta macinano buon gioco e punti arrivando al +5 (20-15). Inarrestabile la corsa del Club Italia CRAI che chiude il terzo set con due punti consecutivi di Nwakalor (18-25).E’ Cutrofiano a trovare il primo allungo del quarto set (3-6). La formazione pugliese continua a spingere sull’acceleratore e incrementa il vantaggio (7-12). Fuori Monza dentro Pelloia. Il Club Italia fatica a riprendere la marcia e le avversarie possono ampliare il proprio vantaggio (11-17) e chiudere set e partita (15-25). MASSIMO BELLANO: “Il rammarico più grosso è per il primo set nel corso del quale siamo stati migliori degli avversari in tutti i fondamentali, ma un eccessivo numero di errori – soprattutto in battuta – ci ha fortemente penalizzato. Poi, regalato quel set, la partita si è messa in salita. Nel secondo set Cutrofiano ha giocato con qualità molto buona e siamo usciti subito di scena. Nel terzo siamo stati molto bravi a rientrare e a giocare una bella pallavolo. Fino a metà del quarto set siamo stati in partita, poi di colpo abbiamo commesso quattro errori in attacco, quasi consecutivi, loro hanno preso vantaggio e non abbiamo pi&u grave; avuto la forza e l’energia per rientrare”.
CLUB ITALIA CRAI-CUORE DI MAMMA CUTROFIANO 1-3 (23-25, 19-25, 25-18, 15-25)CLUB ITALIA CRAI: Pelloia, Gardini 12, Nwakalor 12, Frosini 9, Populini 14, Graziani 12; Panetoni (L), Sormani, Monza 1, Ituma. Ne: Bassi, Marconato, Omoruyi (L), Trampus. All. BellanoCUORE DI MAMMA CUTROFIANO: Valli 10, Antignano 7, Kajalina 19, Provaroni 13, Cogliandro 6, Avenia 5; Barbagallo (L), Negro, Baggi 1. Ne: Tommasin, Vanni. All. Carratù.ARBITRI: Sabia e Giglio.DURATA SET: 25’, 24’, 25’, 21’.CLUB ITALIA CRAI: 2 a, 15 bs, 10 mv, 32 et.CUORE DI MAMMA CUTROFIANO: 4 a, 8 bs, 8 mv, 22 et. 
     

Comments

comments

Articoli simili

Total 24 Hours of Spa 70a edizione: quattro domande a … Eric van de Poele

Redazione

Marcus Armstrong è in testa al campionato dopo il positivo weekend di Norisring

Redazione

Playoff iniziare con le finali semifinali al GP di NASCAR dell’Italia

Redazione