CRONACA

AGGREDITO MILITARE A MILANO COLPITO CON FORBICI ALLA GOLA E SCHIENA

Un soldato di 34 anni e stato colpito alla schiena e alla gola con un paio di forbici davanti alla stazione Centrale di Milano. Ad aggredirlo e stato un ragazzo si 23 anni yemenita Mahamad Fathe, irregolare in Italia, è stato fermato poco dopo dai carabinieri.

Mentre veniva bloccato ha urlato “Allah akbar”. 

Dopo l’arresto ha dichiarato che voleva morire, ha sorpreso il soldato alle spalle ed e  stato colpito senza possibilità di potersi difendere, nel corso dell’interrogatorio, iniziato nel tardo pomeriggio davanti al PM e ai carabinieri, l’uomo ha confessato spiegando a verbale che la sua intenzione, con quel gesto, era quella di venire ucciso dalle forze dell’ordine.

Dalle prime indagini sembra che l’uomo abbia agito da solo e gli sia stato contestato anche l’attentato con finalità terroristiche, per aver gridato “Allah akbar” quando è stato bloccato, al momento non sembra avere legami con cellule terroristiche, anche se gli accertamenti sul punto vanno avanti.

Comments

comments

Articoli simili

ANTICORPI IN UN MILANESE SU 20 GIA’ PRIMA DEL CORONAVIRUS

Redazione

STATI UNITI: 1,2 MILIONI I CASI DI CORONAVIRUS

Redazione

MODA PALERMO TRE ARRESTI PER UN GIRO DI BABY SQUILLO

Massimo Dal Seno
error: Contenuto protetto da copyright. Vietata la copia. Per informazioni scrivere a redazione@milanoetnotv.it