EVENTI

Monza Visionaria dal 22 al 26 maggio venerdì 24 e sabato 25 maggio i Notturni al Roseto della Reggia di Monza

COS’E’?

E’ un’associazione musicale senza fini di lucro che nasce ufficialmente nel 2004, ma in realtà muove i primi passi molto prima, dal 1998 all’interno di un’altra associazione, Natur& – Onlus di Seveso. Questa origine all’interno e ad opera di un’impresa sociale dedita alla cura del territorio e delle relazioni che lo popolano è l’imprinting fondamentale di Musicamorfosi che nel nome porta l’amore per la musica e la capacità di stare al cambiamento offrendo fin da subito opportunità di crescita culturale e scoperta ai giovani e agli anziani seguiti dai progetti Casa Aperta e La Petitosa di Natur& mettendo una serie di soggetti e di idee innovative al servizio di percorsi sociali.

COSA FA?

Inventa, costruisce, comunica percorsi artistici, spettacoli, stagioni e festival, coinvolgendo reti di relazioni, stimolando socialità e mescolando ogni tipo di linguaggio espressivo

CHE TIPO DI MUSICA?

Siamo partiti dalla musica classica contemporanea. Poi, negli anni, abbiamo sviluppato la capacità di ascolto, aprendoci in questo modo ai tantissimi stimoli e alle innumerevoli contaminazioni. Sono entrati così a far parte del nostro vocabolario, oltre alla musica classica, anche il jazz, il folk, i suoni elettronici, le musiche di confine, la canzone d’autore e moltissime altre pratiche musicali, purché “forti” e di qualità.

PER CHI?

Enti pubblici come i Comuni di Monza, Milano ma anche Consorzi come il Consorzio Brianteo Villa Greppi o il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, aziende come Sky, Vodafone, The Boston Consulting, Dior, Metropolitane Milanesi, teatri come il Valle di Reggio Emilia, il Regio di Torino, il Politeama di Palermo, il Comunale di Vicenza, festival come i Suoni delle Dolomiti, MiTo., Società storiche come l Società del Quartetto di Vicenza, la Gioventù Musicale d’ìItalia, la Filarmonica di Trento o centri culturali come il LAC di Lugano sono tra i clienti e i partners delle iniziative musicali originali di Musicamorfosi.

CHI FA MUSICAMORFOSI?

Una rete di soci e socie appassionate e partecipi, uno staff attorno cui convergono artisti, visionari, operatori del terzo settore, volontari, musicisti della più diversa estrazione, attori, registi, videoartisti, letterati e creativi – siano essi celebri, emergenti o sommersi. Tutti quanti uniti in un sistema relazionale aperto, capace di generare sinergie e valore aggiunto

 

CON QUALI SOLDI?

La scommessa delle donne e uomini che a vario titolo gravitano da sempre nell’orbita della nostra associazione è di ottenere valore e qualità con un impiego minimo di denaro. Spesso, proprio in virtù di questa scelta, tante personalità di spicco del panorama artistico internazionale si fanno coinvolgere nei nostri progetti, poiché si sentono in linea con i nostri valori. Sinergie come queste dischiudono collaborazioni sorprendenti.

 

NASCITA

Musicamorfosi nasce alla fine del 1996 come ensemble musicale attento alla sperimentazione di nuove formule di fruizione della musica “colta” a partire dal piacere della condivisione e dal coinvolgimento di altre arti e linguaggi, come la letteratura e la buona tavola. La sua origine trova linfa all’interno dell’associazione Natur&-onlus che nel 1995 dà vita al Centro Ricreativo La Petitosa di Seveso, sorto dal comodato d’uso di una proprietà comunale nel Parco Dho. In questa sede la cuoca Sandra Bertoli e Saul Beretta inventano la formula della Colazione Concerto, un laboratorio all’interno del quale crescono nuove idee e relazioni. Se ne ricordano 10 mitiche edizioni, l’ultima delle quali, quella del 2004, coincide con l’anno della fondazione di Musicamorfosi come associazione autonoma, frutto dello spin off da Natur&.

VITA STORIE E MIRACOLI

La Colazione Concerto è il primo miracolo, una porta aperta allo scambio: una volta al mese, musica, letture, cibo e relazioni alimentano una formula di piacere, condivisione e crescita. Arrivano domande e stimoli che fanno nascere progetti per le scuole elementari, fiabe musicali per i più piccoli, nuove opportunità per chi è pronto a scommettere, cambiare e farsi cambiare.
Il secondo miracolo coincide con la vittoria del primo bando Cariplo: il progetto Musicamorfosi punta a portare la musica come occasione di gioco e scoperta nelle scuole elementari, come esperienza di socialità e di vita nelle scuole medie a indirizzo musicale e come fondamentale strumento di allargamento degli orizzonti nelle scuole superiori. Il terzo miracolo nel 2003 con la nascita a Monza di Lampi, una rassegna che, come a suo tempo la Colazione Concerto, diventa generatrice di altri miracoli: Notturni, Suoni Mobili e tutto il resto.

TERRITORIO

Siamo nati e siamo ben radicati in Brianza: a Monza, a Seveso nel territorio a nord di Milano e nelle brianze monzesi e lecchesi, dove sono cresciuti i nostri festival (Lampi, Notturni, Suoni Mobili, Monza Visionaria ecc.) ma i nostri spettacoli girano in tutta Italia dal Parco della Musica di Roma al Politeama di Palermo, dal Ponchielli di Cremona alle cime delle Dolomiti

MORFOSI

“Ma parliamo per un attimo del latte contemporaneo: a temperatura ambiente cambia, diventa acido ecc. e così ci vuole una nuova bottiglia ecc., a meno che non lo separiamo dal suo cambiamento mediante la trasformazione in polvere o la refrigerazione (che è un modo per rallentare la sua vitalità) (come dire che le accademie e i musei sono modi per conservare) noi separiamo temporaneamente le cose dalla vita (dal cambiamento) ma in qualsiasi istante la distruzione può giungere inaspettatamente e allora ciò che accade è più fresco.” John Cage

PER QUALE PUBBLICO?

L’esperta appassionata di musica e il signore della porta accanto, quelli che vengono attirati dal nome dell’ospite di una qualche nostra rassegna o dal tipo di format che proponiamo, oppure chi viene condotto dalle vie relazionali che si muovono attraverso il mondo del sociale, del volontariato e del terzo settore. Una cosa è certa: la porta è aperta a tutti… (a proposito: grazie!).

Il passato deve essere inventato, il futuro rivisitato. Fare entrambe le cose rende il passato quello che è. L’invenzione non si ferma mai.

John Cage

Il passato deve essere inventato, il futuro rivisitato.

John Cage

HANNO FATTO o FANNO MUSICAMORFOSI! UN GRAZIE A:

Angela Alioli, Gemma Beretta, Sara Beretta, Saul Beretta, Sandra Bertoli, Massimiliano Fratter, Gabriele Galbiati, Andrea Tremolada, Andrea Zani, Maurizio Zilio, Naida Tarakcija, Raffaele Minervino, Debora Mancini, Laura Balestrini, Marco Arosio, Luigi Vercellino, Stefano Nozzoli, Fabio Colombo, Chiara Zuanetti, Sandra Bertoli, Anna Bollini

Comments

comments

Articoli simili

The Humanizing Era: si alza il sipario sul futuro del lavoro

Redazione

Ferrando flette i suoi muscoli

Redazione

VISITE IN CANTINA CON DEGUSTAZIONI PER SCOPRIRE LA MONTINA

Redazione
error: Contenuto protetto da copyright. Vietata la copia. Per informazioni scrivere a redazione@milanoetnotv.it