EVENTI SPORT

Groupe National aggiunge sapore locale a Total 24 Hours of Spa

Poiché la Total 24 Hours of Spa è diventata una gara GT all’inizio di questo secolo, gli organizzatori del gruppo SRO Motorsports hanno riservato un posto a squadre e piloti belgi che desiderano competere in quella che è effettivamente la corsa più popolare del paese. Inserisci “Groupe National”.

Durante l’era delle auto da turismo del classico di endurance di Spa non mancava la partecipazione belga. Infatti, alla fine degli anni ’90, i concorrenti non belgi erano pochi e lontani tra loro. Uno dei motivi per cui gli organizzatori della 24 Ore di Spa hanno deciso di passare alle regole GT nel 2001 è stato quello di riportare l’evento alla sua antica gloria internazionale. Tuttavia, ci sarebbe sempre spazio per i conducenti nazionali che desiderano competere.

Durante i primi anni di GT erano soddisfatti da “Categoria 2” e “Categoria 3”. Il primo consisteva in auto provenienti dai campionati nazionali GT di Francia, Gran Bretagna, Spagna e, naturalmente, Belgio, mentre il secondo presentava contendenti di Coppa e Trofeo monoposto. La categoria 2 era composta principalmente dalle onnipresenti Porsche, ma anche da un mostruoso Marcos LM600 con la Chevrolet V8, un 2 cilindri Renault Spider da 2 litri e la prima auto belga che partecipò alla gara per 63 anni: la Gillet Vertigine.

Concepito inizialmente come vettura da strada dal campione belga di hillclimb Tony Gillet, caratterizzato da un telaio monoscocca in carbonio e carrozzeria in carbonio-kevlar, il Vertigo ha gareggiato in alcune gare del campionato BPR e francese. Per l’edizione del 2001 della 24 Ore di Spa usò un motore V6 di 3 litri di Alfa Romeo, ma sfortunatamente dovette andare in pensione presto. Nel 2001, la categoria 2 è stata vinta dalla PSI Motorsport Porsche belga, mentre una Land Motorsport Porsche con i belgi Corthals e Sterckx tra i piloti ha conquistato il primo posto nella categoria 3.

I nomi delle classi si sono evoluti durante gli anni della FIA GT, ma l’idea di fondo è rimasta la stessa: dare a piloti e team locali l’opportunità di competere con i migliori piloti GT del mondo. Ciò ha permesso ai fan di vedere alcune macchine straordinarie, come una TVR Cerbera Speed ​​6 e una BMW Z3 M Coupé GT (entrambe nel 2002), la misteriosa Stealth B6 – che non ha mai superato le verifiche tecniche – una Morgan Aero 8, una coppia di Mosler MT900 Rs, e anche un Seat Toledo dal campionato spagnolo GT (tutto nel 2003).

Queste macchine esotiche si sono dimostrate competitive in alcuni casi, con il G & A Racing Mosler del quartetto belga Smets-Kenis-De Keersmaecker-Mattheus che ha vinto il G2 (l’ex Categoria 2) nel 2007. Due anni dopo, l’anno scorso le auto GT1 hanno gareggiato le 24 ore della Spa – le regole della categoria / gruppo 2/3 si sono concluse. Il favorito di un altro fan – la Matech GT Racing Ford GT di Maxime Martin – ha portato la vittoria definitiva nel G3.

A partire dal 2010, alla categoria è stata assegnata l’etichetta “GT National”, ancora riservata alle auto che gareggiavano nei campionati nazionali GT. Tra questi c’erano due BMW E92 di Schnitzer, vetture supportate dalla fabbrica con le quali il marchio bavarese voleva rivendicare la sua 22ª vittoria complessiva nelle Ardenne belghe. Werner, Müller e Adorf si sono avvicinati per farlo, ma un guasto al volante a 40 minuti dalla fine ha significato che sarebbe finita terza in classifica generale mentre avrebbe vinto comodamente la GT National.

Durante i primi tre anni in cui la Total 24 Hours of Spa è stata gestita in base al regolamento GTP Blancpain Endurance Series (2011-2013), i concorrenti nazionali sono stati in grado di competere nella categoria Cup per le macchine monoposto Cup (le precedenti regole G3) . La Porsche 911 Cup ha dimostrato di essere l’arma preferita, rivendicando tutte e tre le vittorie. Dopo una breve pausa, Groupe National è stato reintrodotto nel classico di endurance Spa nel 2016, con grande gioia dei piloti che desiderano competere nella gara belga due volte al giorno al volante di un’auto della Coppa. Il più recente vincitore del “National” è stato la Porsche della squadra belga Speedlover. Non solo la macchina aveva quattro guidatori belgi al volante, ma aveva anche una delle esportazioni più famose del paese che correva con loro: la livrea consisteva interamente di Puffi!

 

2018 vetture nazionali del gruppo

Porsche 991 Cup

Ferrari 458 Challenge

Lamborghini Super Trofeo (fino al 2017)

Marc Cars Ford Mustang V8 (Invitation Class Intercontinental GT Challenge)

____

Palmares (2001 – 2017)

____

 

Informazioni pratiche – Totale 24 ore di Spa

Quando : 24 – 29 luglio 2018

Biglietti : www.24hoursofspa e www.ticketmaster.be

 

Orario provvisorio

Martedì 24 luglio:
prova di bronzo 14:55 – 17:55

Mercoledì 25 luglio
Parade Spa 18:00
Sessione autografi 19: 00-20: 00

Giovedì 26 luglio
Prove Libere 11: 45-13: 15
Pre-Qualifiche 18: 25-19: 25
Qualifiche 20: 50-22: 15
Qualifiche notturne 22: 30-24: 00

Venerdì 27 luglio
Super Pole 19: 10-19: 40

Sabato 28 luglio
Procedura di partenza e Grid walk 15: 45-16: 30
Inizio della 70 ° edizione Totale 24 ore di Spa 16:30

_____

Social media

Facebook: 24oursofSpa @ 24hoursofspa
Twitter: www.twitter.com/24hoursofspa # Spa24H
Instagram: blancpaingtseries #blancpaingt

App Blancpain GT Series disponibile su App Store e Google Play

_____

Totale – Partner ufficiale della Total 24 Hours of Spa

L’energia è vitale per lo sviluppo economico e il miglioramento degli standard di vita. Ovunque sia disponibile, l’energia contribuisce al progresso, ma la sostenibilità richiede cambiamenti nel modo in cui viene utilizzata e gestita. Questo è l’ambiente in cui conduciamo i nostri affari.

Con operazioni in oltre 130 paesi, Total è una compagnia petrolifera internazionale di alto livello e un operatore di gas naturale di livello mondiale, raffinatore, produttore petrolchimico e rivenditore di carburanti e lubrificanti.

I nostri quasi 99.000 dipendenti sfruttano le loro competenze riconosciute a livello globale in modo che insieme possano scoprire, produrre, perfezionare e distribuire petrolio e gas per fornire prodotti e servizi per i clienti di tutto il mondo.
Stiamo anche allargando la nostra offerta sviluppando energie in grado di unire petrolio e gas – oggi, energia solare e domani, biomassa.

In qualità di cittadini aziendali responsabili, ci concentriamo sull’assicurare che le nostre operazioni forniscano costantemente vantaggi economici, sociali e ambientali.

Blancpain: l’innovazione è la nostra tradizione

Dal 1735, Blancpain ha contribuito allo sviluppo dell’orologeria meccanica, pur conservando le competenze tradizionali del suo fondatore

Blancpain è attualmente impegnata nel rinnovo dell’orologeria meccanica e nel trasferire competenze eccezionali da una generazione all’altra attraverso costanti investimenti in risorse umane, impianti di produzione e ricerca. Questo approccio è la sua forza e l’espressione della nostra visione a lungo termine, anche se va contro corrente di una certa tendenza a cercare un profitto immediato.

Dalla creazione di componenti fino al design degli orologi, Blancpain si distingue per la sua capacità di sviluppare movimenti eccezionali. Attraverso i suoi vari modelli, Blancpain conserva il suo patrimonio di precisione ed eleganza, mostrando allo stesso tempo uno spirito innovativo e talvolta provocatorio. La sua gamma comprende la linea sportiva Levolution, il leggendario orologio da sub Fifty Fathoms, così come la classica collezione Villeret, l’alta complicazione della collezione Le Brassus e i modelli Donna.

Pirelli – Fornitore ufficiale di pneumatici

Pirelli è un produttore di pneumatici e leader mondiale nel settore automobilistico. Ha una relazione esclusiva con oltre 50 serie di corse in tutto il mondo, compresa la Formula Uno.

Pirelli vanta una lunga e illustre storia nelle competizioni endurance e ha anche rivendicato un’enorme varietà di vittorie nelle gare di GT in tutto il mondo. Il design dei nuovi pneumatici Pirelli GT soddisfa le esigenze delle corse GT, pur mantenendo le caratteristiche prestazionali apprezzate dai piloti di endurance in passato. Gli pneumatici slick utilizzati per le gare GT sono marchiati Zero: proprio come le slick che sono diventate una caratteristica centrale di Formula Uno. Il nome P Zero è usato nelle categorie più alte di motorsport come le corse GT.

_____

SRO Motorsports Group,  l’architetto delle corse GT moderne 

Negli ultimi 25 anni SRO si è specializzata nella promozione e organizzazione di serie di sport motoristici in tutto il mondo.

Inestricabilmente legato alla rinascita del GT racing nei primi anni ’90, attualmente SRO promuove prevalentemente serie che aderiscono alle normative GT3 e GT4 di successo. In effetti, queste regole – una struttura comune che consente a costruttori, team e piloti di competere in egual misura l’una con l’altra – hanno contribuito a stabilire SRO come leader globale nelle corse GT dei clienti.

Oggi l’influenza e l’organizzazione di SRO possono essere viste in tutto il mondo. Il suo fiore all’occhiello continua ad essere la Blancpain GT Series con sede in Europa, che comprende sia le coppe Sprint che quelle Endurance. Il suo punto culminante annuale rimane l’iconica Total 24 Hours of Spa.

Gli stessi pneumatici Pirelli e i parametri di Balance of Performance che regolano la Blancpain GT Series sono stati adottati anche negli Stati Uniti dal Pirelli World Challenge (di cui SRO è azionista), mentre SRO ha ampliato la sua piattaforma di successo Est nel 2017 stabilendo Blancpain GT Series Asia.

Inoltre, le migliori gare GT del mondo provenienti da tutti e quattro gli angoli del globo sono riunite sotto l’Intercontinental GT Challenge. L’edizione 2018 presenta quattro eventi: la 12 ore di Liqui-Moly Bathurst, la Total 24 Hours of Spa, l’inaugurale 10 Ore di Suzuka e l’8 Ore di Laguna Seca in California.

SRO è anche forte a livello nazionale. Il campionato britannico GT multi-classe, su cui ha presieduto dal 2005, accoppia GT3 con macchinari GT4. Il campionato francese GT della FFSA, gestito per molti anni da SRO, è tornato all’ovile nel 2017 e è stato aggiunto alla serie europea GT4 esistente. La prima stagione di grande successo di GT4 in Francia ha fornito all’SRO il modello e la fiducia per espandere ulteriormente l’impronta europea della classe. Tre nuove serie regionali per sostenere la fiorente classe GT4 sono state aggiunte nel 2018: GT4 Nordic European Cup, GT4 Central European Cup e GT4 Belgium Cup.

Inoltre, i regolamenti di bilanciamento del rendimento SRO di fama mondiale sono concessi in licenza da altre serie che eseguono macchine GT3 e / o GT4, come la Super GT in Giappone, l’Australian GT Championship, l’ADAC GT Masters e il VLN in Germania e il China GT Championship. . SRO lavora anche a stretto contatto con la FIA quando organizza la sua prestigiosa gara della Coppa del Mondo FIA GT di Macau.

Mentre Macau si rivolge esclusivamente a team e piloti professionisti, SRO comprende anche l’importante ruolo dei dilettanti nel successo e nella sostenibilità globali di GT racing. Per questo gestisce il SRO Race Center di MMC – un centro tecnico di alto livello al Circuit Paul Ricard nel sud della Francia – e Curbstone Track Events, che offrono le migliori opportunità di guida su circuiti di fama mondiale. Molti dei suoi clienti si sono successivamente diplomati al Blancpain GT Sports Club, il primo passo in avanti competitivo verso l’acquisizione della sicurezza e della macchina da corsa necessarie per competere in un ambiente Pro / Am.

SRO Motorsports Group è presieduto dal fondatore e CEO Stephane Ratel e ha uffici a Londra, Parigi, Liegi e Hong Kong. Il suo team dedicato di personale a tempo pieno e freelance lavora con il supporto di numerose autorità sportive e organismi sanzionatori nazionali per offrire a team, piloti e costruttori le migliori piattaforme di corsa GT professionali, Pro / Am e amatoriali.

Comments

comments

Articoli simili

World Tour Nantong: Zuccarelli-Traballi sono d’Argento

Massimo Dal Seno

”TV 70 FRANCESCO VEZZOLI GUARDA LA RAI”

Redazione

Beach Volley: Il Campionato Italiano Assoluto fa tappa a Bibione

Redazione