Cronaca

ITALIANI SCOMPARSI IN MESSICO CONSEGNATI DALLA POLIZIA AD UN GRUPPO CRIMINALE

Quattro agenti della polizia locale di Tecalitlan, in Messico, sono stati arrestati in relazione alla scomparsa dei tre italiani Raffaele Russo, suo figlio Antonio e il nipote Vincenzo Cimmino, di cui non si hanno notizie da fine gennaio.Lo rende pubblico il procuratore  Raul Sanchez Jimenez, citato dai media messicani, secondo cui i tre italiani sarebbero stati consegnati a un gruppo criminale locale.A quanto sembra,non sono stati visti in nessuna prigione locale,Raffaele Russo,girava sotto falso nome,probabilmente per non farsi riconoscere,avendo precedenti penali,gli altri due parenti si erano da poco uniti a lui,al momento queste sono le uniche notizie certe confermarte dalle forze dell’ordine Messicane.

 

 

Comments

comments

Articoli simili

A PRAGA INCENDIO IN UN HOTEL, 4 MORTI

Redazione

UOMO ARRESTATO A BARCELLONA SOTTO IL PARRUCCHINO AVEVA 500 GRAMMI DI COCAINA

Massimo Dal Seno

BOGOTA’ ESPLODE UN’AUTOBOMBA OTTO MORTI E DECINE DI FERITI

Massimo Dal Seno