SPORT

Bortolotti, Engelhart e Grasser Racing Team 2017 Campioni Blancpain GT Series

Dopo una solida performance nel finale di stagione al circuito di Barcellona-Catalunya Mirko Bortolotti, Christian Engelhart e la GRT Grasser Racing Team sono stati incoronati i nuovi campioni del 2017 Blancpain GT Series. Insieme a Andrea Caldarelli hanno anche preso la Endurance Cup per i piloti, mentre Bentley Team M-Sport ha assegnato il titolo del team Endurance Cup. La vittoria di gara in Barcellona è andata al # 88 AKKA ASP Mercedes-AMG di Felix Serralles, Tristan Vautier e Dani Juncadella, battendo battendo il # 17 Team WRT Audi.

Mirko Bortolotti e Christian Engelhart hanno iniziato la gara finale della stagione con un buon vantaggio nella classifica generale del pilota, ma nella Coppa Endurance Series di Blancpain GT hanno seguito il trio Bentley Andy Soucek, Maxime Soulet e Vincent Abril. Per avere una spazzata pulita dei titoli, il duo di Lamborghini, condiviso nuovamente con il team di # 63 Grasser Racing Lamborghini con Andrea Caldarelli, doveva comporre otto punti.

Una qualifica inferiore a quella perfetta per il trio Bentley li ha piazzati sul piede posteriore, anche se Vincent Abril è riuscito a guadagnare una dozzina di posizioni nella fase di apertura. Andy Soucek ha allenato il # 8 Bentley Team M-Sport Continental nei primi 10, ma un’intensata lotta a tre vie con una BMW e un Jaguar avrebbe causato il colpo di cuore per lo spagnolo. A metà corsa la scatola del cambio del Bentley era danneggiata e Soucek dovette parcheggiare l’auto. Il pensionamento di Bentley significava che Bortolotti e Engelhart erano certi del titolo dei piloti complessivi e, finendo terzo nella finale della stagione, i piloti del # 63 Grasser Racing Team Lamborghini hanno messo la ciliegia sulla torta sostenendo la Serie GT Blancpain Tazza di resistenza per i conducenti. Bentley Team M-Sport ha trovato consolazione nel vincere la Coppa Endurance di Blancpain GT Series per squadre.

Lontano davanti ai contendenti del titolo due auto erano a lui martello e pinze nella lotta per la vittoria di gara. Dani Juncadella ha preso la prima posizione al primo posto della Mercedes-AMG di 88 anni, mentre il pilota portoricano Felix Serralles ha consolidato la posizione e proprio come nella corsa di sprint di quest’anno a Barcellona, ​​Tristan Vautier ha portato la casa. Può sembrare facile, ma certamente non lo era. Nel # 17 Team WRT Audi Stuart Leonard, Jake Dennis e Robin Frijns stavano inseguendo il rosso Mercedes-AMG fino a quando Frijns arrivava accanto alla chicane finale del giro finale. Tuttavia, l’olandese ha scivolato largo, e ha dovuto accontentarsi per il secondo.

Nella Coppa Pro-Am la squadra del # 77 Barwell Motorsport Lamborghini ha preso una terza vittoria della stagione. Con Hunter Abbott in piedi per il ferito Adrian Amstutz, Martin Kodric e Patrick Kujala hanno guidato un’altra corsa perfetta, proprio come a Silverstone e Le Castellet. Alla fine hanno finito il 16esimo posto, circa 25 secondi dalla # 333 Rinaldi Racing Ferrari di Rinat Salikhov, Daniel Keilwitz e Alexander Mattschull. Anche prima dell’inizio, quest’ultimo era sicuro di diventare vincitore della Coppa Blancpain GT Pro-Am Cup e, per la seconda posizione a Barcellona, ​​Rinaldi Racing prende anche il titolo della squadra. Dopo che il Mercedes-AMG del Black Falcon # 15 è scivolato nella trappola di ghiaia circa quattro minuti dalla fine della gara, la posizione finale del podio di Pro-Am Cup è andata al # 89 AKKA ASP Mercedes-AMG.

Nella Coppa d’Ambo la gara di Barcellona era tutto il duello per il titolo di resistenza. L’equipaggio della # 888 Kessel Racing Ferrari dovette solo finire per portare sia il pilota che le corone di squadra, ma quando l’auto finì nella trappola di ghiaia, che improvvisamente sembrava molto difficile. Tuttavia, Jacques Duyver è riuscito a liberare l’auto e Marco Zanuttini e David Perel lo hanno portato a casa. Per il pilota italiano è stata la vittoria della seconda vittoria della Coppa d’Amburgo, con Perel che aggiunge il titolo alla vittoria di Am Cup nel 2017. Rino Mastronardi e Pierre Ehret, gli unici piloti che prima dell’inizio avrebbero potuto mantenere il trio di Kessel Racing dal titolo Am Cup di resistenza, trovarono consolazione nel prendere la vittoria di Am Cup nel finale della stagione, alla ruota della loro # 488 Rinaldi Racing Ferrari.

Prima di godersi una pausa invernale meritata, tutti campioni saranno onorati durante una eccezionale di Premiazione SRO Dare, che si svolge nel contesto delle celebrazioni 25 ° anniversario della società, il 24 novembre ° a Parigi.

Citazioni dei conducenti

Mirko Bortolotti (campione della serie GT Blancpain 2017): “In un modo o nell’altro sei sempre premuroso all’inizio di una gara e oggi è stato uno dei due titoli. Quando sono andato in macchina, il Bentley è andato in pensione e abbiamo già vinto il titolo generale, ma ho ancora il titolo Endurance. Volevo che corriamo il meglio come abbiamo potuto e penso che sia accaduto “.

Christian Engelhart (campione della Serie GT Blancpain 2017): “L’inizio della gara non è avvenuto come previsto. Ho perso molte posizioni durante il primo giro, a causa della mancanza di presa e questo è qualcosa che dobbiamo lavorare per la prossima gara. Ma ora voglio solo concentrarmi sul fatto che abbiamo raggiunto tutto ciò che volevamo e sono veramente grato per questo “.

Andrea Caldarelli (vincitore della Coppa Endurance Series del Blancpain GT Series 2017): “Un po ‘prima di entrare in auto, ho pensato ai punti del campionato e sapevo che avevo una piccola probabilità di superare e attaccare in quel momento. Quando la squadra ha detto che ero P3 e che le prime due posizioni erano abbastanza lontane, ho solo cercato di mantenere la mia posizione “.

Alexander Mattschull (vincitore della Coppa Pro-Am di Blancpain GT Series): “E ‘stato importante per me anche vincere il titolo della squadra, perché è un grande risultato. D’altra parte, è un peccato che Daniel non sia accanto a me perché ha avuto un infortunio e non è stato in grado di competere una gara in questa stagione, ma abbiamo avuto grandi momenti durante la stagione “.

David Perel (Blancpain GT Series Endurance Cup vincitore di Am Cup): “Non sono sicuro di cosa accadrà l’anno prossimo, ma credo che rimanere un pilota di bronzo sarà complicato per me. La competizione in Pro-Am cambierà completamente il gioco, ma adesso non sono preoccupato. La mia squadra ha fatto un ottimo lavoro e ho avuto la possibilità di avere dei compagni di squadra in Sprint e in Endurance Cup. Ho solo un sorriso sul mio viso quando guardo indietro a questo risultato “.

Felix Serralles (vincitore della gara in generale): “Quest’anno è stata la mia prima stagione in GT3. A volte siamo stati vicini al podio quest’anno, ma poi alcuni errori sono stati fatti nei pitstops, dato che non sono abituato ai cambiamenti del conducente. Ciò che oggi differisce dalle altre razze è che tutto è andato senza problemi. È un weekend speciale per me, soprattutto per quello che è successo a casa. Sono sicuro che sia sempre felice di vedere una bandiera portoricana sul podio “.

Patrick Kujala (vincitore della gara Pro-Am Cup): “Questa vittoria è completamente dedicata ad Adrian Amstutz, dopo quello che è successo a Spa. Appena ho attraversato la linea di arrivo, ho gridato alla radio: “Adrian, questo è per te!”.

Rino Mastronardi: “Tutto è andato perfetto, dalla messa a punto dell’auto alla fermata. Sarebbe sempre difficile vincere il titolo del campionato, anche se avevamo ancora qualche speranza. Ma siamo ancora qui per celebrare “.

 

Comments

comments

Articoli simili

LA NWES APPRODA NEGLI ESPORTS QUATTRO PILOTI OSPITI D’ONORE NELLA “CIN CUP SERIES” ITALIANA DI IRACING

Redazione

55^ TIRRENO-ADRIATICO RITORNA L’ARRIVO IN SALITA E NIENTE CRONOSQUADRE

Redazione

LO SPORT FESTEGGIA IN AUTODROMO CON IL MONZA SPORT FESTIVAL

Redazione
error: Contenuto protetto da copyright. Vietata la copia. Per informazioni scrivere a redazione@milanoetnotv.it