EVENTI Senza categoria

SPAZIO EPOCA, INTERVISTA AL MICHA: VENGO DALLA STRADA, MA COMPONGO CON IL CUORE

 

“Io sono uscito da un posto non è mai uscito nessuno e  non mi sembra vero che io sia qui a Milano a fare un IMG_8161intervista-. Ci accoglie con questo flash back Micheal Fernando Sierra Miranda,  diventato EL Micha quando circa 11 anni fa scopri che dal quartiere Buena Vista dell’Havana, Reparto electrico, vicino a Parque Lenin non era obbligatorio vivere per tutta la vita. Grazie alla musica si poteva uscire e andare per il mondo. Milano Etno Tv incontrato l’artista per una intervista esclusiva alla Rumba, lo Spazio Epoca di via Parenzo 7 a Milano dove la sera del 24 aprile ha incontrato i suoi fan italiani nell’ambito della sua tournée europea.  “ Il mio è dei quartieri più popolari dell’Havana – continua  EL Micha  – dove la gente ha una sola speranza, quella di partire e andare lontano per il mondo. In quel quartiere sono nato e cresciuto, facendo i lavori più umili,  senza mai studiare musica a scuola, ma andando piuttosto alla scuola della strada, dove imparai nonostante tutto a comporre parole e melodia senza rendermene conto”. Come per tanti cubani dei quartieri popolari, l’unica evasione consentita era la discoteca dove spesso grazie alla cultura musicale in cui Cuba è immersa,  si passa dall’essere tra il pubblico a quella dell’artisti. E cosi è stato. “Andavo sempre in una discoteca che si chiamava La Rumba – continua El Micha –  dove si ascoltava il reggaeton portoricano   che aveva influenzato fortemente  anche molti artisti cubani. Io iniziai a farmi coinvolgere dapprima con consigli e poi con  canzoni mie fino a che il favore che incontrai mi fece fare la svolta. Potevo sperare di uscire da lì e vivere di musica”.  Michel trasforma il suo soprannome Micha in un nome d’arte e inizia a comporre “ Io da sempre compongo con BOMBA – confessa con enfasi –  che, tradotto, significa  “ con il cuore”. Sapevo di essere molto veloce a creare sia  la musica che le parole  ma soprattutto mi resi conto che , venendo da un posto in cui l’unica ricchezza che hai sono i sentimenti e l’esperienza della strada, quello che componevo era schietto e diretto come me e andava dritto al cuore di mio pubblico”. Il primo successo internazionale arriva nel 2009. “ Si trattava di Gerente che si riferiva proprio al reparto elettrico del mio quartiere”. El Micha ha talento e fortuna. Una voce che sembra arrivare dal sottosuolo, ruvida come l’asfalto delle strade in cui è cresciuto, e la mancanza di  ammiccamenti seduttivi del suo personaggio,   lo rendono inconfondibile e diverso da tutti gli altri. EL MIcha piace o non piace. Per sua fortuna delle due opzioni la prima ha la meglio e diventa un fenomeno acclamato dalle folle. E la folla dello Spazio Epoca la sera del 24 è lì che lo reclama e ci lasica solo il tempo per un ultima domanda. Dopo tanto successo ci sono ancora dei sogni da esaudire? “ Il mio sogno  è lavorare tranquillo – ci rivela El Micha –  è meritarmi i fan che mi stanno seguendo, è fare in modo che non pensino mai di essersi sbagliati con me. Sono contento che il reggaton  cubano sia diventato un genere saldo e accreditato. Che ci siamo meritati tutti quanti noi di Cuba. Los  primeros son primeros”.

Comments

comments

Articoli simili

SALONE INTERNAZIONALE DELL’AUTO 5-15 MARZO AL PALAEXPO DI GINEVRA

Redazione

REGGIA DI MONZA PER LA CULTURA

Redazione

BARACK OBAMA A SEED AND CHIPS A RHO FIERA

Massimo Dal Seno
error: Contenuto protetto da copyright. Vietata la copia. Per informazioni scrivere a redazione@milanoetnotv.it