EXPO GALLERY

ARRIVA LATIN FIEXPO IL NUOVO FESTIVAL LATINO A 10 MINUTI DALL’EXPO

Farà passare la nostalgia per il Latinoamericando di Assago

di Claudia Mazzucco

7 aree ballo;  7 concerti con artisti  come La Maxima 79, il Grupo Niche,  Frank Reyes, J Alvarez, Haila Mompiè; 7 punti food  latini tra cui un ristorante  argentino,  brasiliano e salvadoregno (l’unico d’Europa);  72 giorni di festa dal 19 giugno al 29 agosto, dalle 19 alle 3 di notte e soprattutto un prezzo d’entrata  ragionevole: questa la ricetta che Latin Fiexpo ha messo a punto per curare la nostalgia degli amanti della musica e della cultura latina, dopo l’annuncio della chiusura del festival Latinoamericando di Assago. Organizzato nel MalpensaFiere, il centro espositivo polifunzionale di 30.000 metri quadri di Busto Arsizio, la prima edizione di Latinfiexpo nasce dall’esperienza e dalla passione di due protagonisti del festival di Assago, Alessandra Azzolari, 38 anni e Felice Di Meo, 53 anni, titolari della società Caribe Event. La coppia, da sempre amante della cultura latinoamericana, ha lavorato per anni al Festival Latinoamericando  occupandosi della discoteca principale “Il Salsodromo”. Forti di questa grande esperienza, ed avvalendosi della collaborazione di esperti nel settore, hanno deciso di dare vita ad un loro grande sogno: portare in provincia di fotoVarese, dove risiedono, una grande festa popolare che rappresentasse le diverse caratteristiche del mondo latino americano.  Dopo anni di esperienza Alessandra e Felice hanno abbondato con  i due ingredienti che assicurano il successo ad un evento latino: musica e gastronomia. Grandi e rappresentativi interpreti della musica latinoamericana si esibiranno sul Palco di Latinfiexpo. Tra gli altri, il cantante di reggaeton portoricano J Alvarez, il “Principe della Bachata” Frank Reyes, la diva di Cuba, Haila Mompiè, una delle voci più caratteristiche della nuova musica cubana e, per tutti gli amanti della Salsa, l’Orchestra La Maxima 79. Le migliori scuole di ballo condurranno le sette aree ballo presenti: “Santo Domingo”, per gli appassionati di Bachata e Merengue, “Cuba” per coloro che amano la Salsa cubana, il “Salsodromo” che ospiterà i ballerini di Salsa Portoricana e Colombiana. Ci sarà un’area interamente dedicata alla Kizomba, danza oggi in fermento nelle scuole e nelle piste da ballo italiane, che nasce in Angola ed è un mix tra la Samba e lo Zouk , un genere tipico delle isole caraibiche francesi.  A tutti coloro che amano i balli di gruppo è dedicata invece l’area Zumba. Il giovedì e la domenica lo spazio si trasforma in “Encuentro Latino” dove si ballerà a ritmo di Cumbia, danza popolare colombiana. Infine, chi ama i ritmi latini in una versione più attuale potrà scatenarsi danzando Merengue House Urbano, Latin Pop, Latin Jazz, Reggaeton Urbano, Dembow e Latin Jazz nell’area “Latin Dance”. Quanto alla gastronomia, sette saranjjjno i punti food presenti, a partire dal caratteristico ristorante Argentino che proporrà ottime specialità di carne alla griglia e la gustosissima “paella de mariscos” con frutti di mare. Immancabile il ristorante Brasiliano, dove sarà possibile provare la gustosa “picanha”, carne di manzo cucinata al “churrasco” (il tipico spiedo brasiliano) e la classica “feijoada”. E, fiore all’occhiello, il ristorante Salvadoregno, unico ristorante in Europa dove si potranno provare le tipiche “popusas”, piatto tipico a base di un impasto di farina di mais, oppure riso, ripieno di fagioli rossi prima bolliti poi macinati, “chicharon” (cotica di maiale fritta) e formaggio del luogo. Non mancheranno degli ottimi dessert tipici come i “churros”, dolci a base di pastella fritta spolverata di zucchero, i “churros al fajores” “choco banana” e tanti altri ancora. Per chi invece vorrà provare nuove specialità, saranno presenti stuzzicherie, degustazioni caratteristiche dei diversi paesi: Venezuela, Messico, Uruguay, e ancora Brasile, Argentina, TexMex. Presente anche la produzione artigianale latina  con negozi di oggettistica per andare incontro al pubblico delle famiglie che si prevede numeroso. Per accogliere anche i più piccoli si è creata lo spazio Lollypop, un’area giochi gestita da personale altamente qualificato che prevede anche un area dedicata alla fascia da 1 a 3 anni. Per quanto riguarda l’ingresso, l’entrata standard è di 5 euro che arriva a 7 per gli uomini, il sabato. Nelle serate dei concerti  l’accesso al latin village andrà dai 10 ai 25 euro. Decisamente ragionevoli per le stelle canore che stanno per arrivare. Non ci resta che iniziare il conto alla rovescia per dare il benvenuto al Latinfiexpo e alle sue nuove noches latinas.

 

www.latinfiexpo.com

segreteria@latinfiexpo.com

Comments

comments

Articoli simili

CALABRIA, ARTIGIANATO ED ENOGASTRONOMIA A EXPO MILANO 2015

Claudia Mazzucco

DA FEDERICA MOGHERINI A KIM JONG DEOK, LE ISTITUZIONI IN VISITA A EXPO MILANO 2015

Claudia Mazzucco

LA CULTURA DEL GINSENG, EXPO MILANO 2015 CELEBRA IL NATIONAL DAY DELLA REPUBBLICA POPOLARE DI COREA

Claudia Mazzucco
error: Contenuto protetto da copyright. Vietata la copia. Per informazioni scrivere a redazione@milanoetnotv.it