Skip to Content

LALO RODRIGUEZ IN CONCERTO AL MILANO LATIN FESTIVAL

LALO RODRIGUEZ IN CONCERTO AL MILANO LATIN FESTIVAL

Closed
by Agosto 9, 2019 Musica

Il 9 Agosto 2019 sul palco del Milano Latin Festival sbarca Lalo Rodríguez, cantante e musicista portoricano di salsa conosciuto in tutto il mondo per le hit “Ven devorame otra vez“, “Voy a escarbar tu cuerpo“, “No tuve nadie“, “Una sucursal“, “Despues de hacer el amor” e molte altre.

Tutto il romanticismo, la bellezza musicale e la nostalgia per la salsa di un tempo faranno il loro ritorno insieme al grandissimo Lalo Rodrìguez sul palco del Milano Latin Festival, che avvolgerà di puro incanto la sera del 9 agosto, una notte di mezza estate che rimarrà indimenticabile per i veri amanti di questo genere musicale: la salsa romantica, con quel pizzico di erotismo, di cui “Ven, devórame otra vez“ è la canzone simbolo nocnhé il più grande successo di Lalo Rodrìguez, un brano al quale la figura del cantante è rimasta legata da sempre. È un singolo del 1988, scritto da Dominican Palmer Hernández, che nell’epoca della salsa romantica si è distinto per il contenuto esplicitamente erotico del suo testo. La canzone ha raggiunto la top ten nelle Hot Latin Tracks raggiungendo il numero 10, mentre nella prima edizione dei Lo Nuestro Awards nel 1989, è stata premiata con il premio Tropical Song of the Year.

Le origini

Ubaldo Rodríguez Santos, in arte Lalo Rodrìguez, che è stato paragonato ad altri famosi salseri come Eddie Santiago, José Alberto e Frankie Ruiz ed è noto per una presenza scenica carismatica – spesso interagisce con il suo pubblico, come nella tradizione del grande Cheo Feliciano – è nato il 16 maggio 1958 a Carolina, Porto Rico. Il suo amore per la musica inizia all’età di nove anni cantando alle tradizionali feste patronali di Porto Rico, alla radio e alla televisione. La sua carriera professionale vera e propria iniziò però sette anni più tardi. L’aneddoto che racconta lui stesso è indimenticabile: “Dai 12 ai 15 anni e mezzo, più o meno, ho cantato con un gruppo di salsa chiamato Tempo Moderno. Nel 1973 abbiamo condiviso il palco con l’orchestra di Eddie Palmieri: ho osato parlare con il maestro e gli ho chiesto di ascoltarmi a cantare “Sabroso guaguancó”, un numero che aveva registrato negli anni ’60; mi ha ascoltato e se ne è andato. Passarono circa sei mesi e Palmieri tornò a Puerto Rico per cercarmi. Eravamo d’accordo. Abbiamo fatto un altro provino ed è qui che è nato Lalo Rodríguez: è stato Palmieri, quando mi ha ammesso alla sua orchestra, che mi battezza come Lalo”. La sua prima registrazione di un album di lungometraggio arriva a 16 anni con l’orchestra di Eddie Palmieri. Si intitolava “Il sole della musica latina” e gli valse il suo primo Grammy.

Nel 1980 Lalo Rodríguez decide di entrare nel campo della musica popolare come solista e “Simplemente Lalo” è stato il suo primo album in versione integrale. Poi nel 1982 produce il suo album “Nuevamente Lalo” e continua la sua carriera di successi con “Niño, el hombre que es soñador es soñador es loco”, mentre nel 1985 arriva un tema filosofico che in seguito lo spinse a registrare il suo L.P. “Punto y coma”. Fu solo nel 1988 che Lalo Rodríguez pubblicò il suo album successivo “Un nuevo despertar”, che segnò il ritorno di Lalo nel mondo artistico dopo quattro anni di silenzio. Il suo singolo “Ven, devórame otra vez” è diventato il suo più grande successo, raggiungendo i primi posti a Panama, in Perù, Colombia, Venezuela e Spagna dove ha ricevuto un disco di platino e un disco d’oro per aver venduto più di 200.000 copie. Nel caso specifico di Puerto Rico, Lalo è riuscito a far diventare “Un nuevo despertar” come l’album più venduto nel paese nel 1988, ottenendo un disco d’oro. Nel 1989 ha vinto tre importanti riconoscimenti della prestigiosa rivista “Billboard”: Singer of the Year in musica tropicale, Song of the Year per “Ven, devórame otra vez” e Best Record Production of the Year per l’L.P. “Un nuevo despertar”. All’inizio del 1990 Lalo offre serate di gala in Spagna, a La Coruña, Vigo, Bilbao e Madrid per riempire le piazze e le discoteche più popolari.

La sua discografia degli anni ’90 include titoli come Sexacional” e “Nací para cantar”, con case discografiche come TH Rodven e EMI Latin. In Spagna è diventato il primo salsero a vincere dischi d’oro e platino per la vendita di oltre 100 mila copie nella sola penisola iberica. Lalo Rodríguez ha continuato a produrre nuovi album tra l’inizio e la metà degli anni ’90: nel 1994 è stato portato al Copacabana di New York da Harvey Averne e Chino Rodríguez, che è diventato suo manager per un breve periodo, per registrare con Capital EMI Latin “Nací Para Cantar”, disco d’oro certificato RIAA Gold. L’ultimo album di Lalo Rodríguez “Estoy Aqui” è stato pubblicato nel 1996. Dopo una lunga assenza, Lalo Rodríguez è tornato alla fine degli anni 2000 con un nuovo album intitolato “Con Todo Mi Corazon”.

Info & Biglietti: Apertura Festival ore 18.30 – Inizio Concerto ore 21.30. Biglietti: PRIMA FILA 20€: posto unico in piedi davanti al Palco; PISTA 15€: Posto unico in piedi. La prevendita termina alle ore 12.00 il giorno del concerto. Biglietti in cassa dalle 18.30 del giorno del concerto. Si ricorda che MailTicket e TicketOne sono le UNICHE rivendite ufficiali dei biglietti per gli eventi del Milano Latin Festival. Qualsiasi SITO DIVERSO da MailTicket o TicketOne NON è AUTORIZZATO a tale rivendita, pertanto il Milano Latin Festival non si assume alcuna responsabilità per i disagi economici o organizzativi che l’eventuale acquisto di biglietti per i suoi concerti potrà comportare.

Comments

comments

Previous
Next
Translate »