Skip to Content

ALAPHILIPPE NON SI FERMA PIÙ

ALAPHILIPPE NON SI FERMA PIÙ

Closed

Dopo il successo alle Strade Bianche il francese si ripete sul traguardo di Pomarance.
La Maglia Azzurra resta in casa Mitchelton – Scott con Adam Yates che prende il posto del compagno di squadra Michael Hepburn in testa alla Generale.

Pomarance, 14 marzo 2019 – Julian Alaphilippe ha vinto la seconda frazione della Tirreno-Adriatico NamedSport 2019, è il primo successo per il transalpino alla Corsa dei Due Mari, cinque giorni dopo aver vinto le Strade Bianche. Con un’accelerazione nella parte finale della salita di Pomarance, Alaphilippe ha staccato e preceduto il belga Greg Van Avermaet (CCC Team) e l’italiano Alberto Bettiol (EF Education First) mentre l’inglese Adam Yates (Mitchelton – Scott), quinto sul traguardo, è rimasto fuori dalla lotta per gli abbuoni ma si consola con la testa della Classifica Generale, sfilando la Maglia Azzurra al suo compagno di squadra Michael Hepburn.

DATI MONITORATI OGGI
I dati forniti da Velon raccontano la tappa attraverso dati dispositivi per il monitoraggio in tempo reale. I dati sono disponibili a questo link.

RISULTATO FINALE
1 – Julian Alaphilippe (Deceuninck – Quick-Step) – 195 km in 4h48’09”, media 40,603 km/h
2 – Greg Van Avermaet (CCC Team) s.t.
3 – Alberto Bettiol (EF Education First) s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1 – Adam Yates (Mitchelton – Scott)
2 – Brent Bookwalter (Mitchelton – Scott) s.t.
3 – Primoz Roglic (Team Jumbo – Visma) a 7″

MAGLIE

  • Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da Gazprom – Adam Yates (Mitchelton – Scott)
  • Maglia Arancione, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Sportful – Julian Alaphilippe (Deceuninck – Quick-Step)
  • Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Enel – Julian Alaphilippe (Deceuninck – Quick-Step) – domani indossata da Natnael Berhane (Cofidis, Solutions Credits)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Open Fiber – Laurens De Plus (Team Jumbo – Visma)

CONFERENZA STAMPA
Il vincitore di tappa, Julian Alaphilippe, ha dichiarato: “Non sono sicuro di aver definitivamente perso le speranze per la Classifica Generale dopo la cronometro di ieri. Sicuramente non è stato il modo migliore per iniziare la corsa, ma ieri è passato ed oggi ero molto motivato con tutta la squadra per far bene in questa frazione. È un successo incredibile. Se continueremo così, potrei avvicinarmi al vertice della Classifica Generale, in ogni caso non sarò deluso considerando la bella sensazione che mi ha regalato la vittoria di oggi“.

La Maglia Azzurra, Adam Yates, ha detto: “Sarebbe stato bello per me ottenere un successo oggi, ma forse il finale non si adattava esattamente alle mie caratteristiche e c’erano corridori più forti di me. Dopo la frazione di domani avremo altre due tappe dure, cercherò di raccogliere qualche abbuono. Senza una salita lunga e con la cronometro individuale finale, sarà difficile per me vincere la Tirreno-Adriatico; sono venuto qui per ottenere una tappa e fare Classifica. Abbiamo fatto abbastanza bene finora e proveremo a migliorarci ancora“.

STATISTICHE

  • Julian Alaphilippe ottiene la 9a vittoria di tappa per la Francia alla Tirreno-Adriatico. L’ultimo transalpino a vincere nella Corsa dei Due Mari fu Julien El Farès nel 2009 a Capannori. Per la prima volta un corridore riesce nell’accoppiata Strade Bianche/prima tappa in linea della Tirreno-Adriatico.
  • È solo la seconda volta che Adam Yates indossa la maglia di leader di una corsa a tappe dopo il Presidential Tour of Turkey che vinse cinque anni fa. L’anno scorso vinse la 5a tappa della Tirreno-Adriatico a Filottrano. È la decima volta che un britannico è in testa alla Corsa dei Due Mari. Mai un Britannico ha vinto la Generale.
  • Greg Van Avermaet ritorna sul podio di una tappa della Tirreno-Adriatico dopo tre anni. Nel 2016 vinse la 6a tappa a Cepagatti, alla vigilia del suo trionfo finale.

LA TAPPA DI DOMANI
Tappa 3 – Pomarance  – Foligno 226 km
Tappa molto lunga e abbastanza ondulata nella prima parte. Si attraversa il senese con i GPM del Passo del Rospatoio e della Foce. Dopo Chiusi il percorso si addolcisce e lungo la piana del Trasimeno porta a Foligno attraverso strade prevalentemente rettilinee a volte con carreggiata ristretta.

Ultimi km
Ultimi chilometri abbastanza semplici fino ai 2.500 m all’arrivo dove si affrontano in sequenza una serie di curve (con alcune restringimenti di carreggiata) che immettono nella strada di arrivo interrotta ai 500 m da una lieve semicurva. Linea di arrivo su rettilineo in asfalto di 160 m larga 7 m.

CURIOSITÀ
Crete Senesi
Sono la zona a sud-est di Siena, che include i territori comunali di Asciano, Buonconvento, Monteroni d’Arbia, Rapolano Terme, Montalcino e Trequanda. Il nome deriva dall’argilla, o creta, presente nel terreno, che dà al paesaggio un’apparenza lunare. Tipiche conformazioni del terreno sono i calanchi, le balze e le biancane. All’interno delle crete senesi è presente un bosco naturalistico dove vi sono molti scoiattoli e nane (anatra muta chiamata anche “nana” in Toscana). La zona è conosciuta per la produzione del tartufo bianco delle crete ed ospita una sagra ed un museo dedicati al cosiddetto diamante delle Crete.

Comments

comments

Previous
Next
Translate »