Skip to Content

L’emozione di Alessandra Vitale, nominata ambasciatrice dello Sport Paralimpico

L’emozione di Alessandra Vitale, nominata ambasciatrice dello Sport Paralimpico

Closed
by marzo 12, 2019 SPORT

Negli scorsi giorni Alessandra Vitale, capitano della nazionale femminile di Sitting Volley e giocatrice della società Nola Città dei Gigli, è stata nominata ambasciatrice del Comitato Italiano Paralimpico dal Presidente Luca Pancalli.
Un incarico importante e di prestigio, che vedrà l’atleta azzurra entrare a far parte del gruppo di ambasciatori “portavoce di un movimento dai mille colori, che dovrà far comprendere in una scuola, in un centro di riabilitazione, ovunque sia chiamata a rappresentare lo Sport paralimpico, quali sono i principi su cui ha basato la sua vita di sportivo, perché una ragazza e un ragazzo disabili scelgano di rimettersi di nuovo in gioco”, secondo le parole della lettera di Luca Pancalli, inviata ad Alessandra.
“Questa nomina per me è davvero un motivo di grande orgoglio – commenta Vitale – Sono rimasta anche un po’ sorpresa, perché la rosa dei nomi nella quale sono entrata a far parte. grazie al presidente Pancalli. è davvero di grande spessore. È stato un mix piacevole di sorpresa e orgoglio.” “Questa nomina gratifica tutta la mia squadra per il lavoro svolto fin qui – prosegue la capitana azzurra – Credo che i risultati raggiunti dalla nazionale di Sitting abbiano contribuito in maniera importante a questa nomina: è un riconoscimento anche per tutte le mie compagne.
La mia speranza è che possa essere una spinta in più in vista della stagione agonistica. Ovviamente l’appuntamento clou sarà l’Europeo con in palio la possibilità di staccare il pass per Tokyo 2020. Sarebbe davvero importante ed emozionante portare la nazionale azzurra per la prima volta alle Paralimpiadi. Ho tenuto a dirlo anche al presidente Pancalli e speriamo davvero di riuscirci, rappresenterebbe un grandissimo traguardo per un movimento nato in Italia solo pochi anni fa.”

“Da questa nomina deriveranno anche delle responsabilità spiega Alessandra per questo ho comunicato al presidente Pancalli che sarò a completa disposizione per qualunque incontro o evento. Ho tanta voglia di essere presente nelle scuole e nei centri di riabilitazione per portare la mia esperienza e per far capire come lo sport possa essere in questi casi un’ancora di salvezza fondamentale.
Io non sono nata con la mia disabilità e dunque non avevo assolutamente idea di quello che poteva significare. Lo sport per me è stato veramente un appiglio importante e ora cerco di trasmettere questo messaggio a tutte le persone che incontro.
Per questo nomina voglio ringraziare la Fipav, le mie compagne e tutto lo staff azzurro, oltre a Guido Pasciari che in questi anni mi ha sempre supportato, dandomi tanti consigli preziosi. Non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura.”

Comments

comments

Previous
Next
Translate »