Skip to Content

TRE CARABINIERI ITALIANI RIFUGIATI NELLA SEDE ONU A GAZA

TRE CARABINIERI ITALIANI RIFUGIATI NELLA SEDE ONU A GAZA

Closed
by Gennaio 15, 2019 ATTUALITA'

Tre carabinieri sono al momento rifugiati nella sede dell’Onu a Gaza, circondata dalle forze di sicurezza di Hamas,i tre militari non si sono fermati ad un posto di blocco cecando poi rifugio nella sede di Hamas. Sembra detto dalle fonti locali che i tre carabinieri siano stati inviati dal consolato Italiano a Gerusalemme nella notte tra il 14/15 gennaio e li non si sono fermati ad un posto di blocco evitando l’arresto e trovando rifugio nella sede dall’ONU.

Le forze di sicurezza palestinesi hanno circondato la palazzina chiedendo informazioni sull’ingresso di “un veicolo sospetto” ed hanno domandato che le autorità delle Nazioni Unite “consegnassero il veicolo”.

L’Onu ha confermato tramite canali ufficiali con il ministero dell’Interno a Gaza che i tre sono “stranieri con cittadinanza italiana e passaporto diplomatico, entrati a Gaza per un lavoro ufficiale”. Il lavoro, secondo quanto si è appreso, avrebbe dovuto riguardare l’ispezione di un sito archeologico, in vista di una possibile visita diplomatica.

IL governo Italiano ha inviato informazioni al ministero dell’Interno a Gaza spiegando che i tre sono “cittadini italiani entrati in missione ufficiale”. La “Resistenza”, hanno aggiunto le stesse fonti, “sta ancora indagando sulla credibilità di questa informazione e chiede la consegna dei tre stranieri ai servizi di sicurezza e un’inchiesta adeguata”.

Secondo fonti locali, il cordone delle forze di sicurezza intorno alla palazzina dell’Onu è stato rafforzato nelle ore passate. La zona è presidiata da ingenti forze di Hamas e isolata dal resto della città.

Comments

comments

Previous
Next
Translate »