Skip to Content

“MILANO FANTASTICA”

“MILANO FANTASTICA”

Closed
by ottobre 8, 2017 EVENTI

Dopo la conferenza stampa che ha avuto luogo martedì 3 ottobre in Palazzina Liberty alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo Del Corno, e del Direttore dell’Area Spettacolo del Comune di Milano, Marina Messina, possiamo finalmente svelarvi tutti i dettagli della nuova stagione 2017/2018 che si svolge sotto il segno della “Milano fantastica”!

L’apertura della stagione orchestrale, domenica 15 ottobre, è affidata all’armonica a bocca di Gianluca Littera, che con l’orchestra disegnerà un percorso nel barocco europeo, arricchito dal preziosismo di un compositore-cardine della Milano Novecentesca, Luciano Chailly. La Mitteleuropa settecentesca di Carl Philipp Emanuel Bach e Mozart sarà invece al centro dell’impaginato del 12 novembre, “Les Nations Anciens et Modernes”, con il grande barocchista Pierre Hantaï sul podio. Giuseppe Califano, direttore d’orchestra noto anche come voce della milanese Radio Popolare, ci porterà il 3 dicembre nel mondo della musica da film, con un “Cinematic Dream” che va da Chaplin a Desplat, attraverso Williams, Rota e Morricone. Nel cuore della Milano musicale dei viaggiatori del XVIII secolo torniamo il 17 dicembre  con il programma che dà il titolo alla stagione: Vanni Moretto dirigerà le rare meraviglie di Maria Teresa Agnesi, Sammartini e Serini, nonché un estratto dalla propria Milan Suite. È poi il mondo di Hummel, altro protagonista della grande civiltà mitteleuropea, che scopriamo nel concerto monografico del 14 gennaio, con Didier Talpain sul podio, il fortepiano di Alessandro Commellato e il violino di Stefano BarneschiMarcello Scandelli, violoncellista e concertatore, darà nuovamente voce alla vocazione barocca dell’Orchestra domenica 11 febbraio. E a un Settecento raro è dedicato anche l’appuntamento del 25 febbraio, con il fascino sobrio della Milano di Brioschi, Zani e Zuccarini, ma anche due arie dalla Silvia di Vivaldi, scritta proprio per il meneghino Teatro Regio Ducale: sul podio ci sarà Enrico Casazza, con la voce prestigiosa di Gemma Bertagnolli. Pianista celebre e amatissimo dai milanesi, Bruno Canino affiancherà il Quartetto Indaco, ensemble residente di Milano Classica, nell’arrangiamento di Lachner del Quarto Concerto op. 58 di Beethoven, il 18 marzo. Una vera e propria star del fagotto, Sergio Azzolini, l’8 aprile sarà concertatore e solista in un programma dedicato a Fasch, Vivaldi e Händel. A chiudere la stagione, il 20 maggio, con il direttore artistico Michele Fedrigotticembalista e concertatore, saranno le note di Giovanni Battista Pergolesi, con la raffinata proposta dell’operina La contadina astuta.

Dodici saranno gli appuntamenti della stagione cameristica: l’apertura è il 10 dicembre, con il Trio Metamorphosi Monica Bacelli che, in un programma a tema scozzese, presenteranno anche il loro nuovo cd DECCA. Le Cameriste Ambrosiane, ensemble in residenza, animeranno quattro conversazioni-concerto, con la presenza di conversatori brillanti e sapienti quali Giovanni AlbiniAlessandro Maria CarnelliFrancesca Badalini Lorenzo Arruga: “Eco di una more disperato” il 21 gennaio (Sestetto n. 2 op. 36 di Brahms), “In una notte trasfigurata” il 18 febbraio (con il capolavoro di Schönberg), “Incontro fra Muse” l’11 marzo (dedicato alle compositrici di musica per il cinema) e, con la partecipazione di Luisa Prandina, “L’arpa magica” il 15 aprile, omaggio a Debussy nel centesimo anniversario della morte. Intorno al compositore francese ruoterà anche il concerto “…Pour le piano”, il 25 marzo con Diego Petrella al pianoforte, e quello del 3 giugno, con il Quartetto Indaco. Il fil rouge mitteleuropeo proseguirà invece negli appuntamenti del 28 gennaio, con Lello Narcisi e il Trio Il Furibondo interpreti di Mozart e Bach/Mozart, e il 6 maggio, con il violoncello di Anatoly Liebermann e il pianoforte di Chantal Stigliani impegnati nel primo capitolo di un’integrale beethoveniana. Novecento e contemporaneità troveranno invece spazio nel sofisticato programma proposto da Federico Bagnasco (contrabbasso), con Michele Fedrigotti al pianoforte, il 4 febbraio, in un percorso fatto di influenze reciproche fra la Germania di Hindemith e Henze e l’Italia di Dallapiccola e Luciano Chailly; il 29 aprile con Weill e Gershwin interpretati dall’Afea Quartet e il soprano Dorela Cela; il 13 maggio con S/Concerto, jam session fra musica e letteratura, animata da Le Cameriste & Friends. Tutti i concerti si terranno la domenica mattina, alle 10.45, con l’eccezione di “Cinematic Dream” (3 dicembre), alle 17.30, e “S/Concerto” (13 maggio), alle 21.

I PARTNER DI MILANO CLASSICA PER PALAZZINA LIBERTY IN MUSICA

Ma non dimentichiamo che «La tradizione, ormai consolidata, di promuovere collaborazioni con importanti realtà del territorio è la base, anche quest’anno, delle attività di Milano Classica per Palazzina Liberty in musica» come afferma il nostro direttore artistico Michele Fedrigotti.

Nel ricco cartellone di Palazzina Liberty in musica uno spazio importante è riservato ai nostri partners: Piano FriendsNovurgiaSIMCIl Clavicembalo verdeA.M.O., il Conservatorio di Milano. Milano Classica ospiterà inoltre alcune presentazioni di cd, in collaborazione con Sony e Warner Classics. Durante l’arco della stagione, in collaborazione con le Scuole Medie a Indirizzo Musicale di Milano e Provincia, si svolgeranno gli appuntamenti del Festival Meetings “L’Albero della Vita”, che culmineranno il 12 giugno nella Giornata mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile.

Milano Etno Tv
Web Television

Comments

comments

Previous
Next