Skip to Content

YOMIL Y EL DANY AL LATIN FESTIVAL DI ASSAGO SEMPRE DI PIU’ …ENCIMA DE LA BOLA!

YOMIL Y EL DANY AL LATIN FESTIVAL DI ASSAGO SEMPRE DI PIU’ …ENCIMA DE LA BOLA!

Closed
by luglio 11, 2017 EVENTI

“ Sono qui dalle sei e mezza a vedermi le prove perché Yomil mi piace tantissimo fin da quando era nei Los 4. Amo il suo ritmo, come arriva alla gente e poi  ieri a Roma hanno proprio spaccato,  mi sono vista tutte le dirette e so che spaccheranno anche stasera. Per cui…alla grande!”   Chi parla è Magnolia, cubana di Holguin da vent’anni in Italia,  che abbiamo intervistato scalpitante contro le transenne in attesa del concerto ( era finita per caso anche nella diretta  facebook di Yass Yess degli  Atrevidos, gli animatori che alla fine del concerto sono saliti sul palco con Yomil) e  a cui Milano Etno TV volentieri ha dato la prima parola.  Nessuno meglio di Magnolia avrebbe potuto descrivere il senso di attesa estrema che c’era nell’aria  prima del concerto al Latin Festival di Assago per accogliere Yomil y El Dany, il  “duo dinamita” che il 7 luglio si è esibito dinanzi ad un pubblico di fan scatenati. Presente in massa la comunità cubana di Torino, orfana di punti di aggregazione estivi e convinta sostenitrice dei due compatrioti . “ Domani a Napoli sarà ancora meglio –  ha confidato convinto  a Milano Etno TV Simone – italiano “cubanizzato”,  che se avesse potuto sarebbe partito subito per l’Arenile di Bagnoli. E’ infatti Napoli, la città dove il duo ha programmato la terza tappa  del tour de force mozzafiato ( 6 a Roma , 7 Milano, 8 a Napoli, 9 a Verona) per poi volare a Vienna, Andorra, Barcellona e Madrid ( il 13, 14, 15, 16 luglio),  decisi evidentemente a farsi venire un infarto pur di  rifarsi in 11 giorni  di tutti i concerti che non hanno potuto tenere  in due anni, visto  che , per ragioni “personali “,  per ben 24 mesi i nostri due  “bad boys” non hanno potuto lasciare Cuba. Questa lunga assenza dalle scene internazionali  e l’effetto “prima volta” nel caso dell’Italia, ha creato un’attesa febbrile per quel loro stile “duro “ di fare raggaeton che prende le distanze dalla tradizione cubana della timba che caratterizza ad esempio lo stile del LOS 4 ( un nome a caso) .  Sbarcati sulle scene nel 2015 dopo aver già  suonato insieme  fino al 2011 con il nome di DpuntoD,  Roberto Hidalgo Puentes (Yomil) e Daniel “El Dany” Munoz,  per il loro pezzo di esordio “Tengo”  si sono infatti rivolti  all’hip hop  della rapper americana Nicki Minay,  “lavorando” il suo brano “Truffle butter”.  E’ il  TRAP, una corrente dell’hip hop caratterizzata da un ritmo duro e accelerato prodotto dalla drum machine,   che diventa subito il loro sound riferimento  e che ispira al duo  una produzione velocissima di album.  Grazie al carisma  di Yomil ,  la formula “extra strong” li porta al successo e impone il loro “trapton”  nei club  che fanno tendenza . Ora sono loro il fenomeno che “va” tra i cubani più alla moda grazie a pezzi come  Tengo,  Estamos Pa’  To’ , Te vengo a buscar ( con oltre 4 milioni di visualizzazioni),  Tiene que parar( in polemica con un altro gruppo che abbiamo già citato sopra), fino a Echame Agua e a Los nominados,  dell’album Ambidestro  che stanno promuovendo in questo tour di concerti.  In quello al Latin Festival,  dopo un inizio esplosivo che forse non ha trovato prontissimo il pubblico, tanto da spingere  El Dany a chiedere gli applausi,  sono andati in rapido crescendo per dare infine vita ad uno spettacolo che i fan  si ricorderanno. “Nos vemos in Napoli! Activos!” prometteva il cartello di un ragazzo tra il pubblico,  pronto a partire subito alla volta di Napoli per ricominciare da capo questa estasi “trapton” di lì  a poche ore. Ora, mentre con il concerto di Verona  si stanno preparando per “spaccare” in Spagna, si augura al” duo dinamita” di trovare il modo di allargare la fan basis anche al pubblico italiano.  Data l’originalità della loro proposta, che ha un sound molto più internazionale e innovativo, acido, distorto ma caliente al tempo stesso,  di tanti altri gruppi di raggaeton cubano, si meriterebbero  di arrivare anche al sempre più vasto e affamato pubblico italiano di under 30  che ama  sia il raggaeton  che l’hip hop ed è prontissimo ad accogliere la  “trapton music” .   Nonostante la forte attività di comunicazione del festival, venerdì questo pubblico non c’era. Forse allora Yomil y el Dany meriterebbero  una promozione dei loro personaggi un po’ meno divistica e più pragmatica,  visto che  questo duo ora è sulla cresta dell’onda anzi, come si legge in un post di commento a LOLA,  il loro singolo con il Micha,  “LOLA RIEGA LA BOLA Q ESTE DUO ESTA ENCIMA DE LA BOLA ENCIMA DE LA BOLA”

 

Milano Etno Tv
Web Television

Comments

comments

Previous
Next