Skip to Content

15° CAMPIONATO DEL MONDO DEI PESCATORI INAUGURA LA STAGIONE IN VAL DI SOLE

15° CAMPIONATO DEL MONDO DEI PESCATORI INAUGURA LA STAGIONE IN VAL DI SOLE

Closed
by aprile 12, 2017 EVENTI

La valle più “azzurra” del Trentino, ricca di laghi e corsi d’acqua pescosi, ospita dal 1 al 5 giugno la 15° edizione dei Campionati Mondiali, specialità “esche artificiali da riva.

L’occasione per scoprire un territorio dominato dall’elemento acquatico, un vero paradiso per i pescatori.

Silenzio: il fiume scorre tranquillo, gli alberi bisbigliano al vento, la lenza è tesa, l’esca attende sotto il pelo dell’acqua. La Val di Sole, dal 1 al 5 giugno 2017, sarà lo scenario del 15° Campionato del Mondo Predatori con esche artificiali da riva: un appuntamento che inaugura l’estate ai piedi degli spettacolari gruppi montuosi dell’Adamello Presanella, Ortles Cevedale, Dolomiti di Brenta e Maddalene. I partecipanti si sfideranno presso i campi gara naturali del fiume Noce a Ossana e del torrente Vermigliana a Velon di Vermiglio.

Si tratta di pesca sportiva no kill, rispettosa dell’ambiente e dei pesci, mirata alla cattura dei pesci predatori con una tecnica che sfrutta esche artificiali in metallo, legno o plastica. Obiettivo, le splendide trote della Val di Sole, da prendere e poi liberare nuovamente in acqua.

A questa grande manifestazione internazionale organizzata dal Comitato Provinciale FIPSAS (Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attivita Subacquea) di Trento e dalla sede centrale italiana possono partecipare pescatori provenienti da tutte le nazioni del mondo, purché iscritti alla FIPSed (Federazione Internazionale di Pesca Sportiva in acqua dolce). La registrazione dei team partecipanti e la sistemazione alberghiera saranno curate dall’Azienda Turismo Val di Sole. (Informazioni e tutto il programma completo: www.valdisolefishing.it).

Il campionato del mondo del giugno 2017, l’appuntamento internazionale senza dubbio più importante per la specialità “esche artificiali da riva”, può essere l’occasione per scoprire un vero e proprio paradiso della pesca: la Val di Sole si distingue tra le valli trentine proprio per l’abbondante presenza di acqua e l’interessante varietà di ambienti naturali selvaggi in cui lanciare la lenza. Il fondovalle è interamente attraversato dall’effervescente fiume Noce, uno degli ambienti preferiti da chi pratica sport fluviali.

Molti piccoli torrenti affluiscono dalle vallate laterali, formando cascate spumeggianti. Un centinaio di laghi, di piccole dimensioni, sono disseminati lungo il territorio, alcuni sono artificiali, come il bacino di Pian Palù e il lago di Fazzòn (Lago dei Caprioli), una dozzina sono di origine glaciale, si trovano in quota e sono meta di appassionanti escursioni: ad esempio, il lago Rotondo, il lago Corvo, il lago delle Marmotte.

Ad alimentarli sono le nevi perenni delle montagne, che danno vita a piccoli e affascinanti habitat alpini, rifugio per molte specie animali. Tutti gli specchi d’acqua valligiani, secondo quota e clima, sono ricchi di vita, e molti ospitano bellissimi pesci. Per non parlare dei fiumi e dei torrenti, lunghi più di 120 km: il fiume Noce e i suoi numerosi affluenti sono ricchi di trote di diverse specie: colorate fario, splendide marmorate, luccicanti iridee, pregiati salmerini alpini e sanguinerole.

 

Comments

comments

Previous
Next