Skip to Content

STOCCOLMA, ARRESTATO L’UOMO SOSPETTATO ALLA GUIDA DEL CAMION

STOCCOLMA, ARRESTATO L’UOMO SOSPETTATO ALLA GUIDA DEL CAMION

Closed
by aprile 8, 2017 ATTUALITA'

 

3L’uomo arrestato nell’ambito delle indagini sull’attentato di Stoccolma è sospettato di essere stato alla guida del camion con cui è stato realizzato l’attacco, il procuratore svedese ha confermato che l’attentato è un 39enne nato in Uzbekistan.

L’uomo è stato in passato negli schedari dell’intelligence svedese: lo ha detto oggi lo stesso capo degli 007 interni del Paese, Anders Thornberg. “Il sospetto non e’ comparso nei nostri file recenti, ma in passato era nei nostri file”, ha detto Thornberg spiegando – senza fornire ulteriori dettagli – che i servizi di sicurezza svedesi stanno lavorando con agenzie di altri Paesi sul caso.

L’arrestato di ieri è stato identificato formalmente come un sospetto di “reato terroristico mediante omicidio”.

Secondo vari siti svedesi, che citano fonti della polizia, nel camion piombato sulla folla gli investigatori hanno trovato una borsa con dell’esplosivo: secondo il capo della polizia svedese, l’oggetto potrebbe essere una bomba o un ordigno incendiario.

Intanto il servizio sanitario svedese ha detto che sono 10 le persone ancora ricoverate in ospedale in seguito alle ferite riportate durante l’attacco di ieri. Delle persone ricoverate, sei sono state dimesse. E’ stato anche precisato che quattro sono feriti in modo grave e due sono in terapia intensiva. Tra i ricoverati c’è anche un bambino ma le sue ferite non sono considerate gravi.

 

 La principessa Vittoria di Svezia ha visitato il luogo dell’attentato, dove ha depositato un ramo di rose in ricordo delle vittime e dei feriti. “In qualche modo, usciremo rafforzati”, ha detto l’erede al trono, con le lacrime agli occhi, in un rigoroso abito nero. La primogenita dei reali svedesi, che era accompagnata dal marito, Daniel, ha aggiunto che il Paese ha dimostrato “un’enorme forza” nella sua risposta all’attentato e si è detta certa che la Svezia supererà l’accaduto mantenendosi unita “come una comunità”. Intanto il re, Carlo Gustavo XVI e la consorte, Silvia, sono di ritorno in patria, dopo che venerdì, saputo dell’attentato, hanno deciso di anticipare la conclusione della loro visita in Brasile.

 

Milano Etno Tv
Web Television

Comments

comments

Previous
Next
Translate »