Skip to Content

IL RAGAZZO PIÙ VELOCE DI MILANO RIPARTE DI SLANCIO

IL RAGAZZO PIÙ VELOCE DI MILANO RIPARTE DI SLANCIO

Closed
by aprile 5, 2017 SPORT

È partito martedì 4 aprile il Ragazzo Più Veloce di Milano. O sarebbe meglio dire è ripartito: dopo un anno di “pausa” ma con grande vigore e partecipazione. Oltre 500 gli alunni delle scuole medie di Milano e hinterland hanno preso parte al pomeriggio consacrato alle qualificazioni: prove di sprint che per i ragazzi e le ragazze hanno rappresentato un momento di festa e di promozione della Regina degli Sport a Milano ma anche un modo per scoprire l’atletica leggera nella cornice sempre “magica” dell’Arena Gianni Brera. Per l’Atletica Riccardi Milano 1946 del presidente Sergio Tammaro è stata una ripartenza in grande stile, contrassegnata non solo dalle adesioni ma anche dalla perfetta macchina organizzativa coordinata da Rino Darsena e dai tecnici in  maglia verde, coadiuvata dal Gruppo Giudici di Gara FIDAL, dai cronometristi e dagli studenti dell’alternanza scuola-lavoro del Liceo Scientifico Vittorio Veneto.

 Sulla pista dello storico impianto napoleonico sono scesi in pista gli studenti di prima e seconda media impegnati sui 60 metri e quelli di terza media in gara sulla distanza più lunga degli 80 metri. I ragazzi hanno dato vita alla giornata dedicata alle eliminatorie che hanno qualificato 24 giovani talenti per le semifinali in programma Giovedì 4 Maggio sempre all’Arena Civica: in quella giornata verranno incoronati i vincitori della manifestazione scolastica nelle sei categorie (80 metri maschili e femminili classe 2003, 60 metri maschili e femminili classi 2004 e 2005).

Il più veloce della giornata inaugurale è stato Gianni Radaelli, studente di terza media dell’IC Cabrini che ha fermato il cronometro in un ottimo 9”83 candidandosi come favorito per il successo finale. In campo femminile si candida come reginetta della velocità Serena Mariani della Scuola De Gasperi San Donato, che ha bruciato le fotocellule in 10”26.

Di ottimo spessore anche il 7”81 con il quale Samuele Bertini della Scuola Leopardi Segrate si è aggiudicato la vetta la classifica del turno di qualificazione sui 60 metri maschili. La più veloce delle seconde medie sui 60 metri è stata invece Eva Endale della Scuola Montalcini, che si è imposta in 8”31. Davide Frulio della Scuola Sabin Segrate è stata la migliore sui 60 metri classe 2005 in 8”40. Maddalena Silvestri si è messa in luce sui 60 metri femminili riservati alle prime medie con il tempo di 8”61.

 

L’appuntamento è fissato tra un mese esatto per le semifinali e la finale quando si conosceranno i ragazzi più veloci del 2017, con il sogno che qualcuno di loro possa ripercorrere il percorso di alcuni illustri predecessori.  L’evento ideato e promosso dall’Atletica Riccardi 1946 ha infatti lanciato campioni dello sprint come Andrea Colombo, Alessandro Orlandi, Andrea Nuti, Manuela Grillo e, last but not least, il vice campione mondiale juniores dei 100 metri di Bydgoszcz 2016 Filippo Tortu.

 

 

RISULTATI DEI PRIMI TRE CLASSIFICATI

 

80 metri maschili (nati nel 2003): 1° Gianni Radaelli (IC Caruso) 9”83; 2° Carlo Uberto Formenti (St Louis) 10”26; 3° Luca Mascherpa (Leopardi Segrate) 10”29

60 metri maschili (nati nel 2004): 1° Samuele Bertini (Leopardi Segrate) 7”81; 2° Tommaso Dilanos (Grossman) 8”04; 3° Giulio Rignano (Beltrami) 8”09

60 metri maschile (nati nel 2005): 1° Davide Frulio (Sabin Segrate) 8”40; 2° Tommaso Anelli (Leopardi Segrate) 8”45; 3° Federico De Simone (Via Linneo) 8”48

80 metri femminili (nate nel 2003); 1ª Serena Mariani (De Gasperi San Donato) 10”26; 2ª Ginevra Mattei (Gonzaga) 10”78; 3ª Lea Bologna (Cavalieri) 10”80

60 metri femminili (nate nel 2004): 1ª Eva Endale (Montalcini) 8”31; 2ª Emma Saini (Maria Ausiliatrice) 8”48; 3ª Carlotta Viganò (Maffucci) 8”57

60 metri femminili (nate nel 2005): 1ª Maddalena Silvestri (Leone XIII) 8”61; 2ª Federica Grossi (Beltrami) 8”67; 3ª Sofia Camagna (Pasquale Sottocorno) 8”70

 

FOTO di Mario Grassi

 

Ufficio Stampa Atletica Riccardi 1946

Comments

comments

Previous
Next