Skip to Content

Franck Perera e Maxi Buhk vincitori della turbolenta Qualifying Race

Franck Perera e Maxi Buhk vincitori della turbolenta Qualifying Race

Closed
by aprile 2, 2017 SPORT

Dopo un inizio frenetico per la prima gara di qualificazione della stagione, Maxi Buhk e Franck Perera (# 84 HTP Motorsport Mercedes-AMG) sono stati incoronati i vincitori. Si partirà dalla pole nella gara principale di domani. In secondo luogo, e vincitori della Coppa d’argento, erano Jules Szymkowiak e Fabian Schiller, anche al volante di una macchina HTP Motorsport. Raffaele Marciello e Michael Meadows hanno completato una Mercedes-AMG 1-2-3, guidando la macchina # 90 AKKA ASP. La vittoria nella Pro-Am è andato a campione in carica Michael Broniszewski, condividendo il # 11 Kessel Racing Ferrari con Giacomo Piccini.

La gara di Misano di qualificazione, correre al buio, ha sempre avuto la sua giusta quota di incidenti, ma questa volta il primo giro dimostrato di essere molto tumultuoso. Quando il # 2 Audi di Will Stevens è stato girò, ha causato una multi-car pile-up. La gara è stata interrotta e sei vetture non erano in grado di riavviare.

Una volta che la gara cominciato ad andare ancora una volta, pole Marco Mapelli è entrato immediatamente pitlane, dopo un problema di pressione del carburante ha rallentato il suo # 66 Attempto da corsa Lamborghini. Quella sinistra campione in carica Blancpain Series GT Maxi Buhk davanti, inseguito dal suo compagno di squadra e campione del compagno di Dominik Baumann. Quando l’austriaco in contatto con il # 90 Akka ASP Mercedes-AMG di Blancpain GT nuovo arrivato Raffaele Marciello, Baumann è scesa al 20 ° posto, lasciando la # 63 Grasser Racing Team Lamborghini di Mirko Bortolotti in seconda posizione.

I pit-stop obbligatori dovevano cambiare questo ordine a fondo, con Fabian Schiller sostenendo secondo nella # 85 HTP Motorsport Mercedes-AMG. Il suo co-pilota Jules Szymkowiak aveva iniziato dalla decima, ma è riuscito a salire fino alla quinta prima del pit-stop. La macchina # 90 AKKA ASP, ora nelle mani di Michael Meadows, era ancora in terza posizione.

Tali posizioni sono rimasti invariati per la seconda metà della corsa, producendo una Mercedes-AMG 1-2-3. Schiller e Szymkowiak, di età compresa tra 19 e 21, rispettivamente, ha aggiunto la vittoria Coppa d’argento per il loro bottino.

La battaglia per le restanti posizioni punti ha prodotto un finale frenetico alla gara. Alla fine Vincent Abril (# 7 Bentley squadra M-Sport continentale) ha approfittato di un errore di Christian Engelhart (# 63 Lamborghini) e Andrew Watson (# 59 McLaren) di rivendicare quarto, con Felix Serralles (# 88 Mercedes-AMG) a segnare punti nella sua prima gara in assoluto Blancpain GT Series. Campione in carica Enzo Ide ha tagliato il traguardo in sesta posizione, dopo il suo co-pilota Chris Mies aveva iniziato la gara dalla 18 ° posizione in griglia.

La lotta per la vittoria Pro-Am è andato a favore di campione in carica Michael Broniszewski e Giacomo Piccini, che ha guidato la # 11 Kessel Racing Ferrari al 13 ° complessivo. Il loro compagni di squadra Kessel Racing Carlo Van Dam e Piti Bhirombhakdi concluso la loro prima gara Blancpain Series GT nel secondo in Pro-Am.

Franck Perera (# 84 HTP Motorsport Mercedes-AMG): “Maxi ha fatto un ottimo primo stint e mi ha dato un comodo vantaggio per la seconda metà. Dopo un buon pitstop ho potuto controllare la gara, anche se ho avuto alcuni momenti di panico quando lappatura doppiati. Questo è un fantastico inizio per la mia collaborazione con Mercedes-AMG, cercheremo di ripetere questo domani.”

Fabian Schiller (# 85 HTP Motorsport Mercedes-AMG): “Devo ammettere che ero un po ‘nervoso quando ho lasciato la pitlane, essendo questa la mia prima gara nella serie GT Blancpain. Ma grazie alla grande guida di Jules e un pitstop fantastico, ho avuto un po ‘di piombo ed era in grado di risolvere rapidamente in un ritmo competitivo. Questo podio mi rende molto felice.”

Raffaele Marciello (# 90 Akka ASP Mercedes-AMG): “Una macchina GT3 è ancora una vettura a quattro ruote, quindi non molto diverso da una monoposto. E ‘più pesante e ha meno carico aerodinamico, ma è ancora possibile correre duro con esso. Per quanto riguarda il contatto con l’altro Mercedes-AMG: Non credo che ho fatto un errore. Ero sulla linea interna e la porta era chiusa. Contatto era inevitabile.”

Giacomo Piccini (# 11 Kessel Racing Ferrari): “Il weekend è iniziato male quando ho rovinato la vettura durante le prove libere, ma i ragazzi a Kessel ha fatto un lavoro perfetto nel riparare la macchina. Devo proprio ringraziarli per questo. In gara ho avuto la fortuna di essere in grado di evitare l’incidente grande all’inizio, perché ero proprio dietro la macchina che girava. Michael ha completato il lavoro perfettamente e spero di poter ripetere questo nella gara principale “.

 

Milano Etno Tv
Web Television

Comments

comments

Previous
Next