Skip to Content

RIMPATRIARE O TROVARE UNA COLLOCAZIONE AGLI IMMIGRATI

RIMPATRIARE O TROVARE UNA COLLOCAZIONE AGLI IMMIGRATI

Closed
by marzo 4, 2017 ATTUALITA'

Anche se i flussi di migranti in arrivo sulle coste del Mediterraneo orientale sono diminuiti per effetto dell’accordo Ue-Turchia, “l’Italia e la Grecia restano sotto pressione”. I paesi europei quindi devono accelerare i ricollocamento, altrimenti rischiano di incorrere in sanzioni. Il monito e’ arrivato dalla commissario Ue per gli Affari interni e l’immigrazione, Dimitris Avramopoulos, che a Bruxelles ha illustrato i tre rapporti sull’avanzamento delle politiche Ue di gestione dell’immigrazione, in vista del vertice della prossima settimana

Avramopoulos ha richiamato i paesi a completare lo schema di ricollocamento di 160 mila profughi da Italia e Grecia. “E’ possibile – ha detto – ci vuole solo la volontà politica dei paesi. Ieri ho mandato una lettera a tutti i governi chiedendo di accelerare: il meccanismo finisce a settembre, ma il loro impegno non finisce e se non sarà rispettato dovranno pagare il conto”. “La Grecia e l’Italia hanno fatto sforzi importanti per migliorare la loro capacità e organizzare le loro procedure per rendere possibile il ricollocamento dei rifugiati” si legge anche nella lettera del presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker al presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, sempre in vista del vertice.Una situazione difficile ricollocare i migranti, tanti arrivati ma pochi ricollocati, sembra solamente piu’ di 10 mila ,ma non e tutto qua sembra che in Europa ci siano almeno un milione di migranti da rimpatriare perche’ irregolari, una battaglia davvero difficile da vincere.

Milano Etno Tv
Web Television

Comments

comments

Previous
Next
Translate »