Skip to Content

RIMPATRIARE O TROVARE UNA COLLOCAZIONE AGLI IMMIGRATI

RIMPATRIARE O TROVARE UNA COLLOCAZIONE AGLI IMMIGRATI

Closed
by marzo 4, 2017 ATTUALITA'

Anche se i flussi di migranti in arrivo sulle coste del Mediterraneo orientale sono diminuiti per effetto dell’accordo Ue-Turchia, “l’Italia e la Grecia restano sotto pressione”. I paesi europei quindi devono accelerare i ricollocamento, altrimenti rischiano di incorrere in sanzioni. Il monito e’ arrivato dalla commissario Ue per gli Affari interni e l’immigrazione, Dimitris Avramopoulos, che a Bruxelles ha illustrato i tre rapporti sull’avanzamento delle politiche Ue di gestione dell’immigrazione, in vista del vertice della prossima settimana

Avramopoulos ha richiamato i paesi a completare lo schema di ricollocamento di 160 mila profughi da Italia e Grecia. “E’ possibile – ha detto – ci vuole solo la volontà politica dei paesi. Ieri ho mandato una lettera a tutti i governi chiedendo di accelerare: il meccanismo finisce a settembre, ma il loro impegno non finisce e se non sarà rispettato dovranno pagare il conto”. “La Grecia e l’Italia hanno fatto sforzi importanti per migliorare la loro capacità e organizzare le loro procedure per rendere possibile il ricollocamento dei rifugiati” si legge anche nella lettera del presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker al presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, sempre in vista del vertice.Una situazione difficile ricollocare i migranti, tanti arrivati ma pochi ricollocati, sembra solamente piu’ di 10 mila ,ma non e tutto qua sembra che in Europa ci siano almeno un milione di migranti da rimpatriare perche’ irregolari, una battaglia davvero difficile da vincere.

Comments

comments

Previous
Next