Skip to Content

I MINORI NON ACCOMPAGNATI  ALLA FESTA DEI BAMBINI DI TREZZANO INSIEME AD ABY, “MADRE ACCOGLIENTE”

I MINORI NON ACCOMPAGNATI ALLA FESTA DEI BAMBINI DI TREZZANO INSIEME AD ABY, “MADRE ACCOGLIENTE”

Closed
by febbraio 26, 2017 ATTUALITA'

“L’Italia mi ha accolto a braccia aperte tanti anni fa e ora dico grazie dando sostegno ai minori richiedenti asilo meno fortunati di me”. Chi parla è Aby Dianko, mamma di cinque figli originaria del Senegal che, in occasione della Festa dei bambini organizzata dall’Associazione Cubana Siboney il 12 febbraio con il patrocinio del Consolato Generale di Cuba e il Comune di Trezzano, ha accompagnato all’evento 4 dei 12 minorenni ospitati temporaneamente  dai comuni di Buccinasco e Trezzano nell’ambito del progetto “SPRAR MINORI”, di cui Trezzano è capofila.

I 4 ragazzi che, in quanto minori e richiedenti asilo  sono protetti dall’anonimato e non possono essere ritratti in foto, sono in Italia da circa un anno e ora vivono nella residenza Villa Amantea, gestita dall’omonima associazione. La loro storia è simile a quella di tanti altri minori che hanno perso la famiglia o che l’hanno dovuta lasciare perché a rischio di sopravvivenza.

Dopo un viaggio a volte molto rischioso verso l’Italia, nella loro storia c’è stato il centro di prima accoglienza e poi lo SPRAR. “ Anche se ho cinque bambini – continua Aby – non esito a lasciare i miei figli insieme alla nonna a casa in modo da poter seguire questi ragazzini presso la loro residenza così da affiancarli nel periodo di adattamento. Sono una “mamma accogliente” per gratitudine verso l’Italia”.

Il programma prevede, dopo l’apprendimento  di una base linguistica in Italiano, un graduale inserimento nel mondo del lavoro in modo da dare a chi , cosi giovane, ha dovuto già soffrire tanto,  la speranza di un futuro più felice.

Milano Etno Tv
Web Television

Comments

comments

Previous
Next
Translate »