Skip to Content

ALESSANDRA AZZOLARI: ECCO IL MIO SOGNO: GENTE DI ZONA IL 5 AGOSTO AL LATINFIEXPO

Closed
by agosto 3, 2016 EXPO GALLERY
immagine ufficiale Alessandra

ALESSANDRA AZZOLARI, TITOLARE DEL LATINFIEXPO CON FELICE DI FEO

(C.M.) Alessandra Azzolari è una donna di poche parole ma che parla con lo sguardo,  intenso e diretto,  che rivela la determinazione e il  coraggio che hanno ispirato la scelta di lanciare nel 2015  “l’ INTERNATIONAL & LATINFIEXPO”, il festival latino americano che si tiene al centro Malpensa Fiere di Busto Arsizio e che quest’anno durerà fino all’3  settembre. Questa scelta, maturata nella prima parte del 2015  quando la società che gestiva  il festival Latinoamericando di Assago annunciò di che non avrebbe più continuato l’esperienza,  l’ha fatta diventare  una della poche donne in Italia della sua (giovane) generazione ed essere imprenditrice nel mondo dell’Entertainment Latino Americano. Ma cosa avrà spinto Alessandra ad una scelta imprenditoriale ? L’abbiamo chiesto direttamente a lei in una intervista esclusiva per Milano Etno TV.

[button color=”red” size=”small” link=”https://www.facebook.com/milanoetnotv/photos/?tab=album&album_id=1006156886168130″ target=”blank” ]FOTOGALLERY[/button]

Ci puoi raccontare com’era la tua vita prima di questo…incontro fatale? Lavoravo nelle aziende di famiglia e mi occupavo della parte amministrativa. In quel periodo non conoscevo il mondo latino ma, grazie a mia sorella e ad un amico appassionato del genere, ho cominciato a conoscere e ad apprezzare tutte  le caratteristiche di questo continente così lontano. La musica in primo luogo, il ballo, la gastronomia e la cultura di questi paesi così affascinanti per è stata quasi una folgorazione. Prima di allora per me era un mondo sconosciuto. Così è iniziata l’esperienza al Festival  Latinoamericando di Assago…Latinoamericando è stata l’esperienza più bella e significativa della mia vita professionale prima del Latinfiexpo. Sono entrata a lavorare al Festival occupandomi del Salsodromo  a fianco del titolale, Felice Di Meo, che sarebbe poi diventato il mio attuale socio. Di quegli anni magici  ho tuttora un  ricordo meraviglioso. Latinoamericando per me è stata una grande esperienza. Lavorare li era come lavorare in una grande  famiglia . A volte, finite le serate,  non volevo nemmeno tornare a casa a dormire tanto era il coinvolgimento e il piacere di rimanere. E’ stato anche per questa energia che ogni sera mi ricaricava che ora sono qui. E cosi hai deciso di lanciare da zero un intero festival? Quando Latinoamericando ha cessato l’attività  ho sentito il bisogno di portare avanti il  sogno  che il suo fondatore, il compianto Juan Josè Fabiani, “Pepe” per tutti noi del festival,  aveva creato e saputo rendere realtà: portare la cultura dei paesi latini in Italia e farla conoscere agli italiani con un metodo molto latino: il divertimento.   Pepe aveva saputo tramettere la sua grande passione un sentimento a tutto lo staff.  E non solo la passione. Era un grande professionista. A lui devo molto in termini di insegnamento Così hai cambiato di colpo la tua vita. Ci racconti com’è la tua giornata tipo? In grande parte dedicata al LATINFIEXPO. Nei mesi invernali per la preparazione e durante il periodo estivo per la gestione quotidiana . Cerco poi di portare idee innovative all’evento.  Sto già lavorando a nuovi progetti per la prossima edizione. Poi, per me rimane poco tempo… Ora la tua vita è diventata molto “social” e incontri migliaia di persone alla settimana, dalla gente comune ai personaggi famosi, gli artisti.  Hai voglia di dirci qual è stato l’incontro più bello con una persona comune? Sicuramente quello con Felice Di Meo, mio socio attuale,  che mi ha introdotto in questo ambiente e con il quale sto condividendo il grande successo di LATINFIEXPO.  E quello con una persona famosa? Sicuramente , La India, definita anche la “Principessa della Salsa”. Una grande artista che fin dal primo incontro mi ha fortemente colpita per il suo portamento  e la sua grande sensibilità.  La sua voce poi ha il potere di  commuovermi ogni volta che l’ascolto. Una domanda al femminile: rose e spine di questo “amore” per il latino. Le rose sono il successo, le spine la fatica per raggiungerlo, l’ansia, le aspettative, la paura di non farcela… Ancora qualche sogno nel cassetto di questa sorprendente Alessandra? In realtà il mio sogno si sta avverando proprio in questi giorni. Uno dei miei sogni, da quando ho iniziato l’avventura di LATINFIEXPO, era quello di portare un gruppo famoso al Festival. Il 5 agosto di esibirà sul nostro palco Gente de Zona: con questo grande concerto  credo di averlo in parte realizzato. E comunque mi pare un buon inizio…

Senz’altro lo è.  I Gente di Zona sono uno dei gruppi più famosi del mondo musicale latino e, dall’estate 2014  con il successo planetario di Bailando con Enrique Iglesias, in testa alle classifiche per alcuni mesi,  anche della musica pop in genere. Complimenti ad Alessandra dunque. Milano Etno Tv sarà li a condividere il suo sogno realizzato, in prima fila per i Gente di Zona il 5 agosto  sera dalle 21.30 al Latin Fiexpo.

Comments

comments

Previous
Next