Skip to Content

Italia indagato il figlio di Erdogan per riciclaggio di denaro

Closed
by Agosto 2, 2016 Senza categoria

I giudici italiani “che si occupino della mafia, e non di mio figlio”: con queste parole il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, se la prende con i giudici italiani che hanno aperto un’inchiesta nei confronti del figlio, Bilal. E mette in guardia che la vicenda giudiziaria potrebbe “mettere a rischio i rapporti con l’Italia.
Intervistato da Rai News 24, il presidente turco ha ricordato che il figlio, “se tornasse in Italia potrebbe essere arrestato, perché c’e’ un’inchiesta aperta nei suoi confronti”. “Perche’? Non c’è una risposta. E quando tu chiedi perchè non ti rispondono. Mio figlio dovrebbe tornare a Bologna per terminare il dottorato. In quella città mi chiamano dittatore e fanno cortei per il Pkk. Perché non intervengono? E’ questo lo stato di diritto? La sua vicenda potrebbe mettere in difficoltà persino le nostre relazioni con l’Italia. Mio figlio è un uomo brillante e viene accusato di riciclaggio di denaro. Che si occupino di mafia in Italia e non di mio figlio”.Parole dure forti quasi minacciose per questa vicenda di riciclaggio di denaro,del figlio del presidente Erdogan,una vicenda difficile e intricata non facile da gestire per i giudici che se ne stanno occupando,anche i rapporti con l’Italia potrebbero inclinarsi.

Comments

comments

Previous
Next
Translate »